L’ira di papa Francesco per il mega attico del cardinal Bertone

Il cardinale Tarcisio Bertone

Il cardinale Tarcisio Bertone

Alla faccia della sobrietà, dell’umiltà e della più moderna “spending review”. L’ex segretario di Stato del Vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone, ha scelto una modesto (si fa per dire) attico di appena 700 metri quadrati nel monumentale Palazzo San Carlo. Una scelta assolutamente in contrasto con quella del suo successore, Pietro Parolin, che si è accontentato di un monolocale al secondo piano di Casa Santa Marta, il medesimo edificio (e lo stesso piano) dove in un  bilocale, vive lo stesso papa Francesco. Bertone, però, doveva condividere l’appartamento con altra gente e quindi aveva la giusta necessità di un po’ di spazio in più a disposizione. In ogni caso, si tratta di un chiaro segnale che il nuovo corso, voluto dal pontefice argentino, ha fatto ancora poca breccia nei secolari provilegi dell’alto clero. E infatti, pare che papa Francesco non sia stato per nulla felice della scelta ed abbia palesemente espresso il suo disappunto. «Se siamo vicini a Cristo e seguiamo le sue orme, dobbiamo amare di tutto cuore la povertà, il distacco dai beni terreni, le privazioni», scrisse un tempo Josemarìa Escriva, fondatore dell’Opus Dei. C’è veramente da ritenere che nella Chiesa siano in tanti, troppi, ad avere dimenticato.

Vuoi lasciare un commento?