I 40 anni della Pausini al Teatro Antico: quattro serata sold out con ospiti d’eccezione. Da Baudo a Baglioni a Malika Ayane

Laura Pausini con Fiorella Mannoia

Laura Pausini con Fiorella Mannoia

Il 2014 per lei non è importante soltanto per la tappa dei quarant’anni, ma soprattutto per la sua prestigiosa carriera artistica. Infatti, ha da poco iniziato la sua tournée italiana e a vent’anni di distanza dal suo debutto ufficiale nell’olimpo dei vincitori, con il Sanremo ’93, la più famosa cantante italiana all’estero, la prima ad aver vinto nel 2006 un Grammy Award, Laura Pausini, ha festeggiato la duplice ricorrenza in maniera a dir poco spettacolare con ben quattro date (il 10, l’11 e il 13 e il 18 maggio), tutte sold out, per l’unica tappa siciliana nel Teatro Antico di Taormina.

Ma poca roba limitarsi solo al concerto… per fare le cose in grande è stato realizzato uno spettacolo ad hoc per la televisione che è stato trasmesso in prima serata da Rai Uno proprio ieri sera, dal titolo: “Stasera Laura, ho creduto in un sogno”.

20140520_225615

Laura Pausini

La scorsa domenica, due giorni dopo il quarantesimo compleanno della cantante romagnola, è stata, infatti, la serata dedicata alla registrazione dello show-concerto durante la quale Laura Pausini, oltre al ruolo indiscusso di protagonista si è cimentata in quello di conduttrice.
La sua scalata verso il successo e la notorietà rivissuta dal pubblico è sembrata proprio un sogno attraverso un video-racconto la star nostrana, tenendo in mano il suo inseparabile diario segreto, si è messa a nudo raccontando i suoi primi passi verso la “Musica”. Da adolescente innamorata dei “big” di sempre (Baglioni, Raf, Ramazzotti), a cantante di piano-bar… il resto si annovera nella storia della musica leggera italiana.
Un inizio previsto per le 21:30, con solo una decina di minuti di ritardo giusto il tempo per gli ultimi controlli tecnici audio e luci, che ha permesso alla infinita calca di fan della cantante di prendere posto occupando tutto lo spazio possibile. Per tutti coloro i quali erano sprovvisti di posti numerati è stata una vera e propria corsa per accaparrarsi la postazione con la visuale migliore… risultato? Persino le scalinate d’accesso erano assiepate dalla folla.

20140520_225959

Raf e la Pausini

Il pubblico veniva da tutta la Sicilia e non solo. Persino da Spagna, Inghilterra e Germania. Le stime si perdono. Ovunque è stato un susseguirsi di striscioni, gadget luminosi  a dimostrazione dell’immenso affetto e del forte legame con il suo pubblico.
Una atmosfera euforica e allegra si percepiva nell’aria taorminese nonostante il cielo plumbeo non promettesse nulla di buono, ma niente ha potuto fermare la moltitudine che nell’attesa si è cimentata in cori da stadio e continue ola intonando a gran voce il nome di Laura. L’emozione è sfociata in un fragoroso applauso ed una standing ovation non appena la voce della Pausini ha salutato Taormina e da lì ha avuto inizio lo spettacolo.

Baudo e Laura

Baudo e Laura

Ad “aprire le danze” il direttore artistico dell’evento Paolo Carta, musicista e compagno della cantante. E via via è stato un susseguirsi di grandi presenze ad iniziare da Pippo Baudo che ha fatto da padrone di casa in quanto siciliano e “scopritore” dell’artista. Subito dopo è stata la volta di una insolita cantante, Paola Cortellesi, in un duetto comico-musicale. Ma la musica e le canzoni hanno fatto da colonna sonora e di volta in volta gli aneddoti, la fresca semplicità di Laura hanno imperversato improvvisando e stravolgendo la scaletta. Tante le sorprese durante la serata, tanti gli ospiti con la quale lei ha duettato, scherzato e semplicemente dialogato del più e del meno. Marco Mengoni, Raf, Biagio Antonacci sono stati gli ospiti maschili che si sono susseguiti con brani di ieri e di oggi: “Primavera in anticipo”; “Vivimi”; “Mi rubi l’anima”, toccando l’apice dell’emozione con “Avrai” cantata insieme a Claudio Baglioni. Ma non solo interpreti maschili, a dare grinta alla serata una band tutta al femminile formata da Malika Ayane al violoncello, Emma alla chitarra, Noemi al pianoforte, Paola Turci e L’aura alla chitarra, Syria alla console e La Pina con il rap che hanno accompagnato l’artista romagnola al clarinetto sulle note di “Con la musica alla radio”.

Tra le amiche non poteva mancare Fiorella Mannoia con la quale ha reinterpretato “Io canto”. Intervallati ai duetti anche molti momenti di singoli con “Strani Amori”, “Limpido”, “Tra te e il mare”.
Emozioni senza fine, anche quando la pioggia a iniziato a fare capolino, senza alcun cenno di Laura che, imperturbabilmente, ha continuato a regalare ricordi e momenti sognanti al pubblico protetto da uno svariato arcobaleno di ombrelli.
Un ultimo imperdibile momento prima dei saluti finali è stato l’omaggio al grande Lucio Dalla e la sua “Felicità”. Malinconico sì, ma molto toccante.
Miriam Romeo

FacebookTwitterGoogle+

Vuoi lasciare un commento?