Musica. L’estro e i virtuosismi di Piricone & Zanghì alla Sala Magma. Il 29 maggio ultimo appuntamento con “Fuorischema”

Pietro Piricone al pianoforte per la rassegna Fuorischema

L’estro e i virtuosismi del duo pianistico Piricone & Zanghì hanno contraddistinto l’appuntamento dello scorso fine settimana con la rassegna concertistica “Fuorischema” organizzata dalla sala Magma e diretta dal maestro Salvatore Daniele Pidone. L’istrionico ed esperto Pietro Piricone, già applaudito dal pubblico catanese proprio alla Sala Magma, è stato affiancato dal giovane e talentuoso Daniele Luca Zanghì, in un duo di pianisti che ha fatto mostra di grande estro e fantastici virtuosismi.

I due hanno proposto un “Itinerario pianistico tra leggende e morceaux da Johann Sebastiaan Bach a Sergej Vasil’evič Rachmaninoff”, passando per Franz Joseph Haydn, Antonín Dvořák, Johannes Brahms, Fryderyk Chopin e Aleksandr Nikolaevič Skrjabin.

La Sala Magma con la sua acustica intima e raccolta è stata ancora una volta la location ideale per rendere ancor migliore questo già di per sé prezioso appuntamento. Dunque, pubblico non solo attento ma coinvolto in una grande caleidoscopio musicale che ha toccato le vette più alte delle composizioni per pianoforte. Non c’è praticamente stata, sonata famosa le cui note non si sono udite quella sera. Un’impostazione corretta musicalmente ma arricchita da una grande passione e da un irrefrenabile amore che ha reso quelle note vive e tangibili. Un’atmosfera magica che si è dissipata lentamente dopo la fine del concerto e di cui, ogni singolo spettatore, ha certamente portato con sé qualche goccia rientrando nella propria casa. Giovedì 29 maggio, alle 20, sarà la volta del flauto di Giovanni Giaquinta e della chitarra di Enzo Alfano, che chiuderanno il maggio musicale della Sala Magma.

Vuoi lasciare un commento?