Franco Battiato conquista la Turchia e Istanbul proroga la mostra fino al 28 settembre

battiato_eatalyUn successo che è andato al di là delle più ottimistiche previsioni per la mostra dei quadri “Quisque Faber Fortunae suae” di Franco Battiato che è stata inaugurata a Beyoglu, la vecchia Galata, cuore commerciale e imprenditoriale di Istanbul, lo scorso 9 settembre.

Un bilancio assolutamente positivo che ha visto una partecipazione notevole da parte del pubblico, confermando quello che si era visto sin dalla sera dell’inaugurazione alla quale, tra gli altri, era presente il sindaco di Catania Enzo Bianco.

La mostra, organizzata da Fiorella Nozzetti, sarebbe dovuta rimanere aperta nella sala espositiva della Beyoglu Belediyesi Sanat Galerisi fino allo scorso 20 settembre e poi i quadri sarebbero tornati a casa. In realtà, visto come sono andate le cose, da oggi, lunedì 22 settembre, molte delle opere del maestro Battiato si sono trasferite a Eataly, la casa delle eccellenza italiane, che si trova all’interno del parco commerciale Zorlu di Istanbul.

Un progetto, quello di Eataly, pensato, organizzato e realizzato dall’imprenditore piemontese Oscar Farinetti che in Turchia è stato creato grazie alla collaborazione con l’imprenditore locale Zülfikâr Bekar.
La mostra sarà visitabile fino al prossimo 28 settembre.

Vuoi lasciare un commento?