Allerta Meteo. Ciclone in arrivo, peggioramenti a Catania e nelle coste siciliane fino a Trapani. Domani scuole chiuse in alcuni comuni

Il ciclone che si è formato sembra essere un Tlc( (TLC Tropical Like Cyclone) ed è un evento raro per i nostri mari! Porta piogge forti, temporali e forti venti ! Potrebbe arrivare tra le ore 18:00-19; 00 e le ore 21; 00-22:00 sulla Sicilia orientale e parte della meridionale (Ragusano, Siracusano, Catanese e Messinese ionico) per poi colpire la Calabria ionica , Basilicata forse e la puglia sempre ionica (fonte meteorealtime)

Il ciclone che si è formato sembra essere un Tlc( (TLC Tropical Like Cyclone) ed è un evento raro per i nostri mari!
Porta piogge forti, temporali e forti venti !
Potrebbe arrivare tra le ore 18:00-19; 00 e le ore 21; 00-22:00 sulla Sicilia orientale e parte della meridionale (Ragusano, Siracusano, Catanese e Messinese ionico) per poi colpire la Calabria ionica , Basilicata forse e la puglia sempre ionica (fonte meteorealtime)

Dalle ore 19 circa di stasera, la Protezione Civile sta sgombrando tutti i locali del lungomare di Catania consigliando di chiuderli per il probabile arrivo del ciclone. LA NOTA DELLA PROTEZIONE CIVILE DEL 07.11.2014 – Possibile ciclone sulle coste siciliane. Attivato l’intero sistema nazionale. Un ciclone di tipo simil-tropicale si è rapidamente formato sullo Stretto di Sicilia e si sta spostando sul Mediterraneo lungo una traiettoria est-nord-est, quindi verso le coste sud-orientali della Sicilia. Il suo centro è attualmente posizionato sull’isola di Linosa; la traiettoria del fenomeno non è esattamente prevedibile, ma il suo movimento indica la possibilità che la parte settentrionale del ciclone impatti con le coste siciliane dal tardo pomeriggio, interessando in particolare la fascia costiera delle province di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta, con un possibile parziale coinvolgimento anche di quelle di Agrigento e Catania. L’intensità sarà variabile in funzione dell’effettiva traiettoria e della parte del ciclone che effettivamente impatterà al suolo.

Questo tipo di ciclone è caratterizzato da venti violenti con intensità di tempesta o uragano che generano condizioni di mare in tempesta e producono, sulla costa, mareggiate di particolare gravità. A ciò si può aggiungere un brusco innalzamento del livello del mare.
A seguito dell’impatto con la terraferma, il ciclone tende a perdere forza.

Sulla base di questa previsione, comunque caratterizzate da una forte incertezza della traiettoria e dei tempi di evoluzione, il Dipartimento della Protezione Civile e la Regione Siciliana – che stanno seguendo l’evoluzione del fenomeno – hanno attivato l’intero sistema di protezione civile per l’adozione di tutte le misure preventive necessarie a ridurre il rischio, in particolare quelle volte a interdire la viabilità costiera esposta, interrompere le attività all’aperto, garantire la sicurezza del traffico in porti e aeroporti e delle attività negli impianti industriali e delle reti di servizio. Inoltre, il sistema di protezione civile sta rafforzando le misure per l’eventuale risposta all’emergenza e, contemporaneamente, informando la popolazione .
Solo con successivi aggiornamenti potranno essere fornite indicazioni sull’evoluzione del fenomeno, localizzazione e intensità.

LA NOTA DEL COMUNE DI CATANIA – Il Centro Funzionale Meteo della Sala operativa della Regione Siciliana ha segnalato la possibilità di un’evoluzione in negativo delle condizioni del tempo in serata e nella nottata sul territorio di Catania. Si temono forti raffiche di vento e significative mareggiate sulle zone costiere di tutta la Sicilia sud orientale. Secondo l’Ufficio Protezione civile del Comune di Catania occorre dunque che i cittadini evitino in particolare le zone costiere e i lungomari. L’Ufficio ha rivolto alla popolazione un invito a rimanere in casa e a non uscire se non in caso di assoluta necessità. La Polizia municipale con la Protezione civile e il supporto del Coordinamento comunale del volontariato sta già provvedendo ad attuare quanto previsto dai Piani di protezione civile. Si consiglia ai proprietari di imbarcazioni di metterle in sicurezza e di rafforzare gli ormeggi.

Il sindaco di Catania Enzo Bianco con un’ordinanza che prevede anche il divieto dicircolazione dei mezzi a due ruote fino alle 24 di domani.

L’Ufficio della Protezione civile del Comune di Catania ha rivolto un invito alla popolazione a rimanere in casa e a non uscire se non in caso di assoluta necessità. L’Ufficio ha inoltre diffuso un numero di telefono, lo 095/484000, per segnalare eventuali emergenze.

L’Ufficio comunale della Protezione  Civile ha attivato il Centro operativo comunale (Coc) che nel pomeriggio di ieri, con l’inizio delle prime forti piogge, ha inviato, nei vari turni, tre squadre che, supportate dal Coordinamento comunale del Volontariato,  hanno ispezionato costantemente il territorio con  particolare attenzione a canali, fiumi e torrenti soprattutto della zona del Villaggio Santa Maria Goretti.

All’aumentare delle precipitazioni, i controlli sono stati ulteriormente intensificati, anche con la collaborazione di pattuglie della Polizia Municipale. Allagamenti sono stati registrati nella zona Paradiso degli Aranci e in prossimità del centro commerciale Porte di Catania.

Squadre dei servizi Manutenzioni e Verde sono state impegnate per ripulire le caditoie dal materiale di risulta trascinato dalle acque piovane provenienti anche dai paesi pedemontani dell’Etna. Sono stati inoltre rimossi alcuni pannelli pubblicitari divelti e numerosi alberi abbattuti, in particolare in via Ebe, viale Mario Rapisardi, viale Nitta, via Pietro Verri, corso Indipendenza. Numerosi anche gli interventi con le idrovore, in via Acque casse e, in viale Kennedy nell’area che ospita il Circo Acquatico.

Altre squadre del servizio Ecologia hanno invece provveduto a riposizionare i cassonetti dei rifiuti spostati dalle raffiche di vento.

Gli operatori del Coc hanno inoltre contribuito con il proprio sistema di comunicazione radio, a salvare un cittadino di Adrano in pericolo a causa di un black out elettrico che impediva il funzionamento delle macchine che lo tengono in vita.

Nel territorio di Riposto permane lo stato di allerta tra le 19 e le 22 di stasera.

Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo invita gli abitanti alla massima prudenza alla luce delle previsioni che sembrano prevedere venti forti con intensità di tempesta che possono determinare mareggiate di particolare gravità. Si consiglia quindi di evitare la circolazione veicolare lungo i litorali costieri e i porti e di evitare spostamenti se non strettamente necessari. Nel frattempo si invitano tutti i cittadini che hanno subito danni a causa del maltempo a rivolgersi all’area C.O.M. di corso Italia o a contattare i seguenti numeri Uffici Protezione Civile: 095 895616; 095 895622; 3204357014,  320 4357009. Sindaco: 329 3545400. Squadre di volontari sono disponibili per aiutare tutti. Il sindaco comunica inoltre che anche domani tutte le scuole del territorio comunale resteranno chiuse.

Alfio Mangiameli sindaco di Lentini ha comunicato: Il Dipartimento della Protezione Civile che un ciclone, con venti che possano raggiungere una velocità di 180 km/orari, si sta dirigendo dal Mediterraneo verso le coste della Sicilia orientale e può raggiungere le nostre aree entro le ore 18:00. Si invita la cittadinanza a non uscire di casa e soprattutto evitare escursioni nelle zone balneari. Attiviamoci tutti affinché qualsiasi oggetto posto all’esterno delle nostre abitazioni (piante, tavoli, sedie etc…) venga messo a riparo per danni che possono causare alla pubblica e privata incolumità.

LA NOTA DEL SINDACO FILIPPO DRAGO DI ACI CASTELLO – Allerta meteo confermata per domani anche ad Aci Castello. A seguito dell’allerta della Protezione civile comunicata dalla Prefettura per avverse condizioni meteorologiche  con venti ad alta intensità di burrasca forte con possibili raffiche fino a intensità di tempesta o uragano, con parziale interessamento della provincia di Catania e rischio di violente mareggiate per il 7 novembre 2014, fino alle ore 24 si invita la cittadinanza ad adottare le opportune cautele. Essendo cessato l’allarme da “codice rosso” per rischio idrogeologico, l’ufficio comunale di Protezione civile è attivo fino alle 24 di oggi presso l’Ufficio tecnico comunale al quale ci si può rivolgere tramite i seguenti numeri: 095.7373514, 7373515 oppure al cellulare 320.4339686.

ECCO I CONSIGLI PROPOSTI DAL COMUNE DI ACI CASTELLO –

All’aperto: – allontanarsi rapidamente dalla costa verso zone più elevate e trovare riparo in un edificio;

– in auto: – porre particolare attenzione perché le raffiche di vento possono far sbandare il veicolo; rallentare e raggiungere il luogo sicuro più vicino, preferibilmente un edificio in muratura, evitando di sostare sotto ponti, cavalcavia, strutture o oggetti che potrebbero cadere (lampioni, impalcature, verande, tabelloni, alberi, ecc…). Sono possibili anche distacchi di cavi elettrici. Se si è in auto e si viene colpiti, rimanere comunque all’interno del veicolo e attendere i soccorsi;
– limitare l’uso del cellulare e tenere le linee libere per facilitare i soccorsi.

In casa: – non uscire assolutamente, neanche per mettere in sicurezza beni o veicoli;
– chiudere porte, finestre e imposte. Ripararsi nella stanza più interna della casa o in corridoio, il più lontano possibile da porte e finestre;
– abbandonare i piani seminterrati e i piani terra e portasi ai piani più alti;
– se possibile, evitare di ripararsi all’ultimo piano. Le forti raffiche di vento potrebbero danneggiare i tetti degli edifici più vulnerabili;
– se possibile, porre ulteriori protezioni davanti a finestre e vetrate;
– fare entrare in casa gli animali domestici;
– chiudere il gas e disattivare il quadro elettrico, se gli impianti sono ai piani bassi;
– tenere a portata di mano documenti, farmaci indispensabili, batteria, torcia elettrica, radio a pile, cellulare, acqua in bottiglia;
– limitare l’uso del cellulare e tenere le linee libere per facilitare i soccorsi;
– anche se il fenomeno sembra in attenuazione non uscire di casa ed attendere le indicazioni dell’autorità.

Domani scuole chiuse anche a Giarre, Riposto, San Gregorio, Bronte e Aci Catena. Anche a Catania rimarranno chiuse in via precauzionale. A San Giovanni la Punta le scuole medie ed elementari il sabato sono già chiuse regolarmente.

Allerta anche a Mascalucia dove il sindaco Giovanni Leonardi ha attivato il COC al seguente numero 095 7273570

ALLERTA METEO PER VENTI FORTI E FORTI MAREGGIATE 07.11.14. nei comuni delle zone costiere delle province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Ragusa, Siracusa e Trapani

Vuoi lasciare un commento?