Donatella Finocchiaro e Mita Medici domani a Catania per la presentazione de “Il Morandini”, il dizionario dei film e delle serie tv

La copertina del Morandini

La copertina del Morandini

Donatella Finocchiaro e Mita Medici, il regista Pasquale Scimeca e il docente di storia del cinema Alessandro De Filippi. Saranno loro i quattro testimonial d’eccezione che domani terranno a battesimo la presentazione dell’edizione 2015 del dizionario dei film e delle serie tv “Il Morandini” edito da Zanichelli. Insieme agli autori Luisa e Morando Morandini.

Da oltre 15 anni “Il Morandini” è ormai l’appuntamento imprescindibile per tutti gli appassionati di cinema. Sarà un’occasione per far meglio conoscere quell’autentico presidio della cultura cinematografica che è il dizionario e anche per confrontarsi sullo stato di salute del cinema con particolare attenzione a quello che accade nell’industria cultura siciliana, da sempre serbatoio di talenti e risorse che alimentano la produzione cinematografica italiana e internazionale. Questa, quindi, sarà anche il “set” ideale per presentare il Premio Morandini “Corti d’autore” (presidente di giuria Ferzan Ozpetek) il cui tema di quest’anno è ispirato alle Definizioni d’Autore del Vocabolario Zingarelli 2015. Cinquantacinque riflessioni su altrettante voci del vocabolario della lingua italiana, scritte da personalità della cultura, dello spettacolo e del costume come Giorgio Armani, Carlo Verdone, Mina, Francesco Guccini, Gabriele Salvatores, Piergiorgio Odifreddi. Piccole narrazioni per ragionare sulle parole della nostra lingua.

Sono due gli appuntamenti previsti in Sicilia – domani a Catania e dopodomani a Palermo (ore 11.30 nella Sala Gialla di Palazzo dei Normanni) – che godono del patrocinio dell’Assemblea regionale siciliana e sono stati fortemente voluti dal vice presidente vicario dell’Ars Antonio Venturino che domani sarà presente al Cortile Platamone insieme al sindaco di Catania Enzo Bianco, l’assessore alla Cultura Orazio Licando e al responsabile delle relazioni esterne della Sicilia Film Commission Giuseppe Idonea.

“L’iniziativa di presentare il Morandini in Sicilia è un evento unico dal punto di vista culturale – spiega il vice presidente vicario Antonio Venturino – ed è l’occasione per discutere concretamente di quali azioni la politica può portare avanti per sostenere anche dal punto di vista organizzativo l’industria culturale siciliana. Va sottolineato – aggiunge Venturino – che ormai da tempo la Sicilia è diventata location per la realizzazione di film e fiction televisive di grande successo che diventano volano per diffondere l’immagine dei nostri territori e di conseguenza strumento di attrazione per coloro che ancora non la conoscono”.

Con quattro stelle e il posto in copertina, “Il Morandini 2015” incorona “Le Meraviglie”. L’affresco contadino, dipinto su pellicola da Alice Rohrwacher, è per il Dizionario dei film e delle serie televisive, uno dei migliori film della passata stagione: “Riflessione sul nostro vivere contemporaneo, sui valori che vengono trasmessi, sulla fascinazione dell’apparenza. Alice racconta la storia con una sensibilità poetica che rende il film molto personale”, scrivono gli autori della “bibbia” dei cinefili.

In più quest’anno “il Morandini” diventa “promotore” di cinema organizzando il Premio dedicato ai cortometraggi, in collaborazione con Radio Monte Carlo e il supporto di Milano Film Festival, Ciak e la Cineteca di Bologna, Sky Arte HD. I cortometraggi partecipanti saranno raccolti dal 21 ottobre 2014 al 21 gennaio 2015. Una prima selezione sarà fatta dallo staff di Milano Film Festival, una seconda da Luisa Morandini, autrice con il padre Morando del Dizionario. Ci saranno 10 finalisti e i primi tre entreranno nel Dizionario. Un’occasione per cineasti e film-maker per essere conosciuti dal grande pubblico dei lettori del più importante dizionario di cinema. Il loro nome comparirà con i grandi cineasti di cortometraggi da Buster Keaton a Chaplin. Ma nella nuova edizione del dizionario c’è spazio anche per i “piccoli film” con oltre 500 titoli. Inoltre, i corti vincitori verranno proiettati in diverse sale cinematografiche, prima degli spettacoli in cartellone della prossima stagione.

Vuoi lasciare un commento?