Catania ed ex Goretti – Nuovo look per il Paolone 2, ma il merito è solo dei volontari…

Amatori CT pulizia Goretti 2“Il campo ce lo puliamo da soli”. Con questo spirito questa mattina si sono ritrovati sul campo numero due del Goretti, oggi ‘stadio del rugby Benito Paolone’ gli atleti dall’Amatori Catania, della società sportiva calcistica Andrea Stimplf e di quella di football americano Elephants Catania, gli esponenti dal Gruppo Consiliare Area Popolare, e i volontari dei comitati “Officina delle idee” e “Catania è Patria”, con l’obiettivo di dare nuovamente dignità a una struttura totalmente abbandonata dalle istituzioni.

Erba alta più di un metro, rifiuti ovunque e calcinacci sul pavimento dei bagni: così si presentava questa mattina il Paolone 2, prima che con guanti, rastrelli, tagliaerba ed enormi sacchi per la spazzatura, atleti e cittadini si rimboccassero le maniche per ripulire la struttura e renderla quantomeno fruibile. Una situazione degenerata negli anni, perché l’amministrazione comunale etnea non ha mai avuto la possibilità di provvedere a una semplice manutenzione straordinaria, figuriamoci dunque a lavori straordinari.

“È un’iniziativa lodevole ha evidenziato – l’assessore allo Sport di Catania Valentina Scialfa, intervenuta al Goretti più che per strappar le erbacce per provare a dare un contributo per il mantenimento futuro del bene –. Possiamo solo apprezzare i cittadini che hanno voglia di fare per il bene della città. E in un momento come questo per mantenere quello che abbiamo c’è davvero bisogno dell’aiuto di tutti”.

“Di dimostrazione simbolica e di partecipazione attiva di cittadini”, ha parlato Manlio Messina di Area Popolare, evidenziando la necessità che l’amministrazione comunale “si prenda carico di un campo che altrimenti finirà nuovamente nel degrado.
“La manutenzione del Paolone è di competenza dell’amministrazione – ha aggiunto ancora Messina – e questa struttura è in stato di abbandono da troppo tempo, speriamo che questo sia solo il primo passo per il recupero totale dello stadio Paolone”.

L’iniziativa, denominata “Ripuliamo il “Paolone 2”, ha avuto anche una grande valenza sociale, perché a queste pulizie straordinarie hanno partecipato attivamente anche i giovani carcerati dell’Istituto Penitenziario Minorile di Acireale. Cioè i 10 ragazzi ai quali il gruppo di rugby catanese sta insegnando lo sport della palla ovale in carcere.
“Un’importante iniziativa di sport e legalità – ha, evidenziato la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti – per un campo che è davvero in condizioni pessime. Questo è solo un piccolo passo per stimolare l’amministrazione comunale ad aiutare le realtà sportive come l’Amatori, anche se – sottolinea Francesca Raciti – il comune di Catania non vive una situazione idilliaca da un punto di vista economico”.

Il look del campo è certamente migliorato: il terreno da gioco è stato sistemato e le erbacce sono state bruciate; presto potranno essere ripresi gli allenamenti, ma questo non basta per evitare che degrado e abbandono prendano di nuovo il sopravvento.
MaTo

Vuoi lasciare un commento?