Imprese e “morti bianche”: 267 milioni (18 per la Sicilia) per potenziare la sicurezza nelle aziende

Sicurezza nei cantieri di lavoro

Sicurezza nei cantieri di lavoro

Anche per il periodo 2014/2015 l’Inail ha nuovamente messo a disposizione i Finanziamenti a fondo perduto per investire nella sicurezza delle aziende. Il bando è dell’Inail per il 2014 e arriva così quarta edizione con una disponibilità finanziaria di 267milioni di euro di cui 18.310.983 euro sono destinati alla Sicilia. Il finanziamento è a fondo perduto per il 65% per importi che vanno da un minimo di 5.000 euro a un massimo di 130mila euro.
I fondi previsti dalla nuova misura favoriranno gli investimenti finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, in attuazione dell’art. 11 del Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro, ma soprattutto contribuiranno a ridurre il numero ancora eccessivo di morti “bianche”.

Il finanziamento Inail è costituito da un contributo in conto capitale a fondo perduto – pari a una percentuale del 65% al netto dell’Iva del costo dei progetti – allo scopo di finanziare progetti di intervento per: investimento (impianti antincendio, impianti elettrici a norma, piattaforme mobili di carico, muletti, sostituzione tetti dei capannoni in amianto, ecc.); responsabilità sociale e adozione di modelli organizzativi. Sono finanziabili pertanto tutta una serie di investimenti come a esempio: impianti antincendio, impianti elettrici a norma, piattaforme mobili di carico, muletti e argani, sostituzione tetti dei capannoni in amianto, bobcat ed escavatori, pavimentazione antiscivolo, copricassoni per camion, messa in sicurezza muri di cinta, dispositivi di aspirazione, sostituzione impianti realizzati prima del 1996 e tutti quegli investimenti atti ad aumentare la sicurezza dei lavori.
I progetti il cui fondo perduto sia superiore a 30 mila euro possono essere oggetto di un’anticipazione pari al 50%, con fideiussione bancaria.
L’invio delle domande avverrà attraverso il sito del Inail. La presentazione delle domande avverrà per step. Il primo step è per l’invio delle domande che inizia il 3 Marzo 2015. Dal 7 Maggio 2015 le imprese che abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, pari a 120 punti, e salvato la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca e potranno partecipare al click day.

Con il Bando Isi 2014, l’Inail mette a disposizione 267.427.404 euro per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. I finanziamenti vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. I finanziamenti Isi sono cumulabili con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea). Dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18.00 del 7 maggio 2015, nella sezione Servizi online, le imprese registrate al sito Inail hanno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consentirà di: effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificando il raggiungimento del punteggio “soglia” di ammissibilità; salvare la domanda inserita. Dal 12 maggio 2015 le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità e salvato la domanda possono accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individua in maniera univoca. Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download. La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 3 giugno 2015.

Vuoi lasciare un commento?