In arrivo 80 milioni per Fontanarossa per riqualificare il terminal Morandi e realizzare nuovi parcheggi

L'aeroporto di FontanarossaQuesta volta è andata veramente bene. Dopo ben cinque anni di tribolazioni, era il 2010 quando fu avviato l’iter, l’Aeroporto di Catania avrà un finanziamento di 80 milioni di euro che verranno utilizzati per la riqualificazione del terminal Morandi e per la realizzazione di nuovi parcheggi. Un piano di investimenti ambizioso di cui queste risorse sono solo il primo passo. «Sappiamo bene che questo non basta perché dobbiamo realizzare investimenti per altri 500 milioni di euro in riferimento alla concessione quarantennale dell’infrastruttura, ma – ha detto il presidente della Sac salvatore Bonura – è già una mossa che fa comprendere la proiezione della società nel futuro».

Il finanziamento è stato concesso dalla Cassa depositi e prestiti e da Intesa Sanpaolo. Una grande risorsa per una ulteriore crescita per un aeroporto che nel 2014 ha registrato un traffico pari a oltre 7 milioni di passeggeri. «Abbiamo in cantiere il rifacimento integrale delle fondazioni e delle pavimentazioni dello scalo – l’amministratore delegato, Gaetano Mancini -, diverse opere accessorie e l’installazione di pannelli fotovoltaici sui parcheggi».

«Per gli altri investimenti ai quali stiamo pensando dobbiamo centrare la quotazione azionistica perché è l’unico modo per aprire la compagine societaria a nuovi soggetti manageriali, senza indebitarci con i gruppi bancari – ha aggiunto Bonura ed ha anche parlato dei tempi per la quotazione in borsa della società di gestione dell’aeroporto di Catania: «Dobbiamo scegliere il global coordinator, abbiamo selezionato i soggetti che hanno partecipato alla gara e, da qui a 40 giorni, sceglieremo la suddetta figura. Pensiamo che entro l’anno il programma sarà concluso».

Il processo di quotazione in borsa è in ogni caso frenato dalla mancata realizzazione di alcune infrastrutture come il prolungamento della pista che dipende dallo spostamento della stazione di Bicocca e dall’interramento dei binari. Tempi che non dipendono dalla proprietà dell’Aeroporto.

L’annuncio dell’arrivo degli 80 milioni di euro è stato dato a Palazzo degli Elefanti di fronte al sindaco Enzo Bianco. Si è voluto così ribadire la perfetta sinergia e collaborazione tra amministrazione comunale e Aeroporto di Catania. Collaborazione che si estende anche al Porto. Il comune di Catania ha di fatto già ceduto delle aree di terreno sulle quali sorgeranno i parcheggi oggetto del finanziamento. Appena sarà quantificato il loro valore si deciderà con quale quota il comune di Catania parteciperà in Sac.

Map

Vuoi lasciare un commento?