Sabato 4 aprile “Chiamateci streghe”: un talk, due vernissage e un contest per “Catania, Città delle Donne”

Catania citta delle donneCatania si scopre città al femminile attraverso le tre iniziative raccolte nel Progetto “Catania Città delle Donne”, ospitato a Palazzo della Cultura di Catania, per approfondire lo sguardo sull’universo femminile, sul rapporto delle donne con la città e per denunciare ancora una volta la violenza di genere. Sabato 4 aprile il talk “Catania Città delle Donne”, con intervento musicale delle Malmaritate e vernissage della mostra fotografica “Catania Città delle Donne”, esposizione che chiude il concorso fotografico. Mercoledì 8 aprile vernissage della mostra “Chiamateci Streghe”, che ha già riscosso apprezzamenti a Erice e Palermo, con le opere degli artisti dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Il progetto – nato dalla collaborazione tra l’Accademia di Belle Arti di Catania e il sostegno del Comune di Catania assessorato ai Saperi e alla Bellezza Condivisa e curato da Gianluca Reale, Marilisa Yolanda Spironello e Camen Cardillo – è il punto di arrivo di un percorso comune tra iniziative nate singolarmente ma unite da un’unica visione d’insieme: affermare l’attualità e la centralità della donna nel nostro contesto sociale, raccontandone la quotidianità e l’impegno nell’affermare la parità di genere.

Sabato 4 alle ore 10 nella sala convegni al 1° piano di Palazzo della Cultura, aprirà il progetto il Talk “Catania Città delle Donne”. Il progetto discografico prodotto dalla Narciso Records di Carmen Consoli con Gabriella Grasso (voce e chitarra), Valentina Ferraiuolo (voce e tamburellista) e Concetta Sapienza (clarinetto), quindi verranno illustrati i risultati del contest fotografico lanciato per realizzare un reportage collettivo sul rapporto tra la città e l’universo femminile, sintetizzato nelle quaranta fotografie selezionate per la mostra “Catania Città delle Donne” che sarà inaugurata alle ore 12,00 nella Sala del Refettorio di Palazzo della Cultura.

Sono previsti quindi i saluti dell’assessore ai Saperi e alla Bellezza Condivisa Orazio Licandro e dell’assessore alle Politiche sociali Angelo Villari; quindi interverranno Daniela Diodiguardi (Biblioteca UDI Palermo), Pina Arena (Referente Nazionale per l’area didattica – Toponomastica Femminile), Maria Domenica Raccuglia (scrittrice di un libro contro lo stalking), Cetty Russo (sorella di Maria Rita Russo, la sfortunata maestra di Giarre vittima di femminicidio). Il talk, moderato da Marilisa Spironello, sarà l’occasione per confrontarsi su temi di grande attualità, nonché l’occasione per ascoltare testimonianze dirette sulla condizione della donna nella nostra società e nella nostra città e sull’impegno per aiutare le donne in situazioni di disagio.Chiuderanno gli interventi Virgilio Piccari, direttore Accademia Belle Arti di Catania, Carmelo Nicosia, direttore Scuola di fotografia e video, Carmen Cardillo, docente di Archiviazione e conservazione della fotografia. Le Malmaritate chiuderanno il talk eseguendo altri brani del loro progetto discografico.

Mercoledì 8 aprile, doppio appuntamento a Palazzo della Cultura. Alle ore 17 la premiazione degli/delle autori/autrici delle tre migliori fotografie del concorso fotografico “Catania Città delle Donne” e, nel Caffè Letterario s’inaugurerà la mostra fotografica “Chiamateci streghe” alla presenza di Orazio Licandro, assessore ai Saperi e alla bellezza Condivisa, delle curatrici Carmen Cardillo e Marilisa Yolanda Spironello, del coordinatore di “Sicilia in Rosa” Gianluca Reale, di Virgilio Piccari, direttore Accademia Belle Arti di Catania, Carmelo Nicosia, direttore Scuola di fotografia e video, Daniela Diodiguardi (Biblioteca UDI Palermo), Cetty Russo (sorella di Maria Rita Russo, la maestra di Giarre vittima di femminicidio).

Vuoi lasciare un commento?