Presentato il “Festival I ART”, il debutto l’11 maggio alle Ciminiere di Catania con la sezione cinema

Il Teatro del Fuoco

Il Teatro del Fuoco, festival di artisti di strada previsto per la fine di giugno

Nove sezioni: cinema, teatro, danza, musica, letteratura, grandi eventi, convegni, architettura e arte, con circa 120 eventi artistici multidisciplinari e gratuiti. È questo il Festival I ART, in programma in Sicilia da maggio a settembre 2015, che si configura come il più grande contenitore di spettacolo dell’anno. Con epicentro Catania – Comune capofila del progetto finanziato dall’UE – gli eventi occheranno le città di Palermo, Ragusa, Piazza Armerina, Gangi, Castelvetrano, Favignana, Enna, Modica, Misterbianco, Pozzallo, Troina, Castell’Umberto, Malfa, Buccheri, Ficarra, Sambuca di Sicilia, Pollina, Naro.

Il regista Guglielmo Ferro

“Balconi in cornice” del regista Guglielmo Ferro andrà in scena i primi di luglio

Quella di I ART si configura come una grande officina creativa che nei prossimi mesi irradierà di energia positiva tutta l’isola. A illustrare il programma Lucio Tambuzzo, ideatore e direttore generale di I ART e il regista Giovanni Anfuso, direttore artistico degli eventi catanesi del Festival. “Si debutta alle Ciminiere – spiegano – dall’11 al 16 maggio con “Sicily EST Festival”, rassegna cinematografica a cura di Entr’Acte con oltre 120 proiezioni tra film, lungometraggi, corti, videoclip e documentari, retrospettive su autori e registi, masterclass. Quindi toccherà alla danza con la compagnia Scenario Pubblico di Roberto Zappalà e un’ampia rassegna di teatro e convegni; a seguire la sezione musica del Festival I ART, che spazierà dal folk alla contemporanea, dai VJ al jazz, con la partecipazione di numerosi musicisti tra cui: Paolo Fresu, Francesco Cafiso, Danilo Rea, Mario Incudine, Lello Analfino”. Luglio e agosto, momento clou dell’estate siciliana, saranno scanditi dai grandi eventi progettati dall’Associazione Gesti, fra cui “Balconi in Cornice” a cura di Guglielmo Ferro, che sarà rappresentato a Malfa (Salina), Modica e Catania. A seguire quelli del Teatro Potlach che propone “Paesaggi Contemporanei” a Palermo, Sambuca di Sicilia e Catania. Numerosi gli spettacoli di teatro, fra questi anche cartellone dedicato ai bambini al Castello Ursino e il festival degli artisti di strada con il Teatro del Fuoco. Spazio anche a poesia e reading letterari con una rassegna che prevede la partecipazione di ospiti internazionali, performance, grandi installazioni urbane e una sezione legata all’architettura contemporanea, con convegni e mostre”. Tutti gli spettacoli avranno repliche in circa venti comuni siciliani.

Petra

Petra, a cura della Compagnia Zappalà Danza, andrà in scena a giugno a Scenario Pubblico

I ART è un progetto finanziato con la Linea di Intervento 3.1.3.3. del PO FESR 2007/2013 – nasce come un movimento artistico che, attraverso le forme ibride, innovative e plurali delle arti contemporanee, vuole esplorare e restituire nuovo valore alle identità locali. Ideato e diretto dall’associazione I WORLD, vede capofila il Comune di Catania e coinvolgerà nel corso del 2015, con eventi e manifestazioni dedicate alle arti contemporanee, circa 100 comuni siciliani di tutte le nove province. Fra i partner associazioni e cooperative culturali della Sicilia orientale e occidentale.I ART prevede: 23 Centri Culturali Polivalenti (CCP); la Rete I ART dell’arte contemporanea siciliana e internazionale; Laboratori formativi (curati da esperti e artisti di caratura internazionale); itinerari di viaggio nei borghi “rivitalizzati” dall’arte contemporanea; il grande Festival I ART con spettacoli, mostre e rassegne musicali in tutte le province siciliane. Il progetto I ART è stato presentato in dicembre a Catania dal sindaco Enzo Bianco, dall’Assessore comunale alla Cultura Orazio Licandro, dall’ideatore e direttore generale di I ART, Lucio Tambuzzo, e dal direttore artistico del Festival I ART (eventi Catania) Giovanni Anfuso.

GLI APPUNTAMENTI DI MAGGIO

CINEMA E ARTI VISIVE

Dall’11 al 16 maggio alle Ciminiere di Catania si terrà il “Sicily EST Festival”. Organizzato da Entr’ACTE, sarà una rassegna internazionale del cinema con forti radici nella sicilianità suddivisa in 5 sezioni: Nuovo sguardo sul cinema d’autore, Anteprime ed invisibili, Film e documentari di artisti siciliani e sulle storie di Sicilia, cortometraggi, videoclip e corti scuola e due eventi speciali: due omaggi, il primo all’operatore catanese Gaetano Ventimiglia, e il secondo al grande attore Giovanni Grasso. Tra le pellicole fuori concorso il film riedito di Salvatore Maira “Amor nello specchio”. Una finestra sulla carriera di Costanza Quatriglio, una delle più apprezzate documentariste italiane, vincitrice dell’ultimo Festival del Cinema di Torino con “Triangle”.

MUSICA

  • FOLK (Associazione Darshan)

Il new folk, curato dall’Associazione Darshan, debutterà il 24/5 a Castello Ursino con Mediorchestra la porta d’oriente. Un concerto ricco di contaminazioni fra il mondo balcanico e il mediterraneo.

CONVEGNI

  • Il 21 e 22/5 “Silenziose rivoluzioni. La Sicilia dalla tarda antichità al primo medioevo ” curato dalla prof.ssa Claudia Giuffrida, con una doppia location: a Catania (Palazzo della Cultura) e l’indomani a Piazza Armerina. In entrambe le location saranno effettuati due spettacoli creati ad hoc. Il primo a Catania il 21/5, sempre al Palazzo della Cultura “Segni di mani femminili” di Banned Theatre. Un viaggio storico e romantico nella vita quotidiana della comunità ebraica siciliana, dal IV secolo d.C. fino alla cacciata del 1492. Con Valentina Ferrante, Micaela Grandi e Valerio Tambone.

  • Il secondo presso il teatro comunale di Piazza Armerina il 22/5, “Benvenuti nella mia villa” dell’ Ass. Moysikos. Con Ruggiero Mascellino, Noemi Marzullo e Nuccia Maugeri. Benvenuti nella mia villa è un momento di festa, durante il quale personaggi reali e mitologici accolgono lo spettatore-visitatore, in una virtuale visita alla Villa del Casale, Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, per fare rivivere suggestioni, ipotizzare sensazioni, suscitare emozioni che tra le tessere multicolori si nascondono o si svelano con sensuale e ammaliante “incantamento”.

Vuoi lasciare un commento?