Amministrative in provincia di Catania. Corrono in 22 per eleggere sette sindaci

04 A - voto comuniTornata elettorale per le amministrative anche in provincia di Catania i prossimi 31 maggio e 1 giugno. I comuni interessati al voto sono 7 in totale, 5 con il sistema proporzionale (Bronte, Pedara, San Giovanni La Punta, Tremestieri Etneo e Mascali) e 2 con il maggioritario (Milo e Maniace).
A Bronte saranno in 5 con 16 liste a contendersi l’eredità amministrativa di Pino Firrarello: Nuccio Biuso (1 lista), Davide Russo (1), Aldo Catania (3), Graziano Calanna (4) e Salvatore Gullotta (3).

A Pedara saranno in quattro a sfidarsi per la successione a Anthony Barbagallo: Roberto Laudani (1), Antonio Fallica (4), Gaetano Petralia (1), Nuccio Tropi (1).

A San Giovanni La Punta la poltrona lasciata libera da Andrea Messina sarà contesa da cinque candidati: Nino Bellia (9 liste) Nicola Bertolo (2), Giusy Ranno (1), Lorenzo Seminerio (2), Santo Trovato (2).

A Tremestieri Etneo ci sono sei candidati: Sebastiano Caruso (2 liste), Domenico di Guardo (2), Sebastiano Di Stefano (3), Fabrizio Furnari (1), Mario Ronsisvalle (2), Santi Rando (4).

A Mascali i candidati sono otto: Giuseppe Calì (1 lista), Laura Fazzina (2), Laura Mannino (1), Luigi Messina (2), Giovanni Impellizzeri (2), Ernesto Pino (2), Carmelo Portogallo (1), Leonardo Zappalà (1).

A Maniace ci saranno tre candidati sindaci ognuno dei quali appoggiato da una lista: Salvatore Bevacqua, Salvatore Galati Muccilla e Antonino Cantali.

A Milo si sfidano in due: Alfio Cavallaro e Alfio Cosentino.

Polemiche a Tremestieri per l’esclusione della lista del Pd e a Mascali per quella che fa riferimento a Nello Musumeci.

Vuoi lasciare un commento?