Sicilia e trasporti: dal crollo Himera al “CarrettoSharing”

Carretto siciliano 1Riceviamo e con piacere pubblichiamo – «Proprio ieri abbiamo avuto notizia che il Consiglio dei Ministri ha sbloccato 30 milioni di euro per la bretella del viadotto Himera. Al fine di evitare tempi biblici (vedi esperienze precedenti in materia di lavori pubblici) per la conclusione dei lavori e poter andare a Palermo con normale serenità, vorrei suggerire al presidente dell’Anas (da oggi è Gianni Armani) e al presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, di voler proporre una Legge Regionale per ottenere un bonus (80,00 euro) per ogni azienda che intenda investire nel nuovo e moderno mezzo il “CarrettoSharing.

Sicuramente, molte aziende saranno interessate ad investire per i propri dipendenti e dirigenti costretti ogni giorno a percorrere l’Autostrada Catania – Palermo.

Il nuovo “Carretto Sharing” contribuirà di certo e in modo significativo a rendere l’aria meno inquinata e a pesare meno sui nostri portafogli

Tale provvedimento avrà più di un duplice vantaggio: l’allegria del carretto siciliano, un relax dallo stress che regaleranno i tempi senza tempo di questo antico mezzo di locomozione e l’aria più pulita. Per non parlare dei risparmi per l’acquisto di carburanti.

A parte ogni ironia, al fine di avere meno problemi e disagi quotidiani, si chiede gentilmente il giorno e l’ora della consegna dei lavori, così come esposto in ogni cantiere regolare che viene aperto».

Carlo Cittadino

Vuoi lasciare un commento?