«Manda una cartolina per far riconoscere la figura dell’autista soccorritore», è questa la battaglia di Stefano Casabianca

Stefano Casabianca

Stefano Casabianca

«Sto organizzando, in tutta la Sicilia, incontri in ogni provincia per parlare della figura giuridica dell’autista soccorritore. L’obiettivo è quello di capire le loro idee e cosa si intende fare per il futuro”. È Stefano Casabianca a parlare, autista soccorritore e primo firmatario della petizione per l’istituzione a livello giuridico della figura professionale dell’autista soccorritore. «Quello che sto portando avanti è un momento di confronto – continua Casabianca – e riflessione. Sto chiedendo ai colleghi di fare tre iniziative: la prima è quella di firmare la petizione online che si trova su change.org. La seconda riguarda la compilazione e l’invio, al ministro della Sanità e al presidente del consiglio dei ministri, di un prestampato in cui vanno inseriti i dati personali con il documento di identità, chiedendo l’istituzione di questa figura professionale in un tavolo tecnico. Terzo, l’invio di cartoline delle località in cui si abita (stessi destinatari) sempre con la stessa domanda ma corredata da saluti.

Insomma 118una sorta di petizione turistica. Anche perché – continua Casabianca – a chi non fa piacere ricevere una cartolina anche adesso che non si usano più? Vogliamo far crescere le competenze sia a livello volontaristico sia a livello professionale. Quando si parla di salute l’eccellenza deve essere la regola». Lo scorso anno la petizione è stata presentata sia al Parlamento sia alla commissione per le petizioni dell’Unione Europea che l’ha recentemente dichiarata “ricevibile” poiché trattasi di materia che rientra nell’ambito delle attività dell’Unione europea.

Con il riconoscimento giuridico della professione innanzitutto si eviterebbe di «incorrere in problemi giudiziari: nell’emergenza purtroppo capita che si svolgano manovre necessarie senza averne la qualifica. È rischioso e grave. Il riconoscimento giuridico della figura professionale comporterebbe la definizione di mansioni, compiti e responsabilità redatte a livello nazionale.

La cartolina andrebbe inviata dalla propria città di residenza, il messaggio da inserire dovrebbe essere: “Richiesta di istituzione giuridica della figura di autista soccorritore addetto all’emergenza medica” ovviamente completa di tanti cari saluti.
Gli indirizzi a cui inviarla sono:
On. Beatrice Lorenzin Ministro della Salute, lungotevere Ripa 1 – 00153 – ROMA
Matteo Renzi, Presidente del Consiglio dei Ministri, via dell’Impresa 91 – 00187 – Roma

Monica Adorno

Vuoi lasciare un commento?