Calcio Catania tra rumors e mercato. Ma i tifosi sperano nella stagione del riscatto

ctTrepidante attesa per i supporter etnei, che sul web sono letteralmente scatenati in attesa di vedere quali mosse la società attuerà per avviare quella che dovrebbe essere la stagione del riscatto.
L’ALLENATORE
In primis c’è da sciogliere il nodo tecnico. Dario Marcolin ha già lasciato la città e pur avendo l’opzione per un secondo anno di contratto non sarà riconfermato. A questo punto si aprono diverse ipotesi, ma chi guiderà gli etnei nella stagione 2015/2016 è ancora un mistero. Attualmente, radiomercato dà per favorito Pasquale Marino: il suo sarebbe un ritorno in città, dopo la storica promozione del 2006. Il tecnico marsalese è ancora impegnato nei play off con il Vicenza. Quindi, si saprà qualcosa di più solo dopo il 6 giugno. Altra strada è quella che condurrebbe a Roberto De Zerbi. L’ex centrocampista di Napoli e Catania si è già distinto per il suo carattere in Lega Pro, ma la serie B è tutta un’altra cosa e puntare su un emergente, potrebbe essere un rischio troppo alto per una squadra che non può permettersi di sbagliare per il terzo anno consecutivo.

LA DIRIGENZA
Il nodo che riguarda i vertici della società di via Magenta è sicuramente quello più ingarbugliato. I tifosi hanno tante aspettative, ma sono anche molto arrabbiati per una programmazione che non vedono all’altezza della situazione. In tanti hanno già detto che non rinnoveranno l’abbonamento se non dopo aver visto una seria campagna acquisti e aver riscontrato da parte della società una seria pianificazione del futuro. Chi si occuperà di fare mercato? Chi sarà il nuovo direttore sportivo? Che ruolo avrà Pablo Cosentino? Quale sarà il potere decisionale del patron Nino Pulvirenti? Tutte domande alle quali i tifosi attendono risposte. Ma tuttavia temono che non arriveranno.

LA SQUADRA
Fiumi di parole: per ora solo questo. Come ogni sessione di mercato che si rispetti sono tanti i bla, bla, bla che si registrano sul Catania del domani. Una formazione che vuole essere promossa non potrà certo fare a meno di Calaiò, Maniero e Rosina. Tre giocatori che sono stati in grado di realizzare ben 44 marcature. Dovrebbero tutti fare parte del progetto per il prossimo anno, ma soprattutto per Calaiò e Rosina sono tante le offerte arrivate in via Magenta che stanno facendo vacillare la dirigenza. Certo che prescindere da loro, per una squadra che vuole ottenere la promozione, potrebbe essere pericoloso…

Antonietta Licciardello

Vuoi lasciare un commento?