InCanti Acustici, poker musicale di successo per un inno alla Sicilia

Incanti acusticiSan Giovanni La Punta – È stata una grande festa quella di “InCanti Acustici” a “Le Zagare” di San Giovanni La Punta. Protagonisti sul palco Mario Venuti, Lello Analfino, Kaballà e Mario Incudine. Un inno alla Sicilia e alla sicilianità attraverso la voce di quattro artisti, tra i più rappresentativi del panorama musicale siciliano.

Le loro voci insieme per raccontare una Sicilia viva e colorata, piena di passione e di speranza, ricca di sfumature e di energia. Un pubblico caloroso, nonostante le temperature basse di questi giorni, ha voluto applaudire il talento e l’orgoglio “made in Sicily”. Tra i tanti brani della tradizione siciliana e non solo, Lello Analfino dei Tinturia ha anche presentato in versione acustica “Cocciu d’amuri”, colonna sonora del film “Andiamo a quel paese” di Ficarra e Picone. Proprio in questi giorni è arrivata l’inaspettata notizia che “Cocciu d’amuri” è candidata come “Canzone originale” ai “Nastri d’argento 2015”. “Sono molto contento – dice Analfino – ancora non ci credo. Insieme alla mia canzone, in gara ci sono anche brani di Francesco De Gregori e Raphael Gualazzi. Incredibile, lo so. Neanche io ci credo”.

A coordinare “InCanti Acustici” il maestro Pippo Kaballà. “Tanti anni fa sono andato via dalla Sicilia per alcune scelte personali – spiega – ma ritorno sempre con molta gioia. Quando vengo qui è sempre una grande emozione. Oggi sono qui con tre amici speciali. Incudine – conclude – rappresenta un bel futuro per la nostra Sicilia e la nostra musica”. A conclusione della serata, Mario Venuti ha “regalato” al pubblico presente una versione “sussurrata” e molto intima di “Fortuna” e “Mai come ieri”.

Vuoi lasciare un commento?