Calcio Catania. Corni rossi e immagini di S. Agata, il regalo dei tifosi al presidente Pulvirenti

05 A Foto - Il presidente del Calcio Catania Antonino PulvirentiNasce il nuovo Catania, obiettivo concretezza e fantasia – Lavorare duramente ora, per poter poi vivere una stagione da protagonisti. A Torre del Grifo si respira aria di grandi cambiamenti e di rivoluzione. Pulvirenti e Cosentino sanno bene che errare è umano, ma perseverare è diabolico: per questo stanno provando a costruire una formazione che in primis sia in grado di dare importanti certezze tattiche per la nuova stagione. Di quali sicurezze parliamo? La rosa del Catania 2015-2016 dovrà essere composta da giocatori di categoria, abituati a correre in serie B e che conoscano bene un campionato così lungo e snervante; ma il team etneo dovrà anche essere prima di tutto un gruppo: niente più malumori nello spogliatoio, la squadra dovrà essere competitiva e spumeggiante. Per questo è stato chiamato un uomo come Davide Baiocco, un capitano vero, uno che sia in grado di mettere immediatamente in riga chi mostrerà di deviare dal progetto Catania. Il suo sarà un ruolo nuovo, una sorta di direttore sportivo, ma più vicino alla squadra.

Radiomercato

Il divertimento vero dei giornalisti nelle settimane che precedono l’inizio ufficiale del calcio mercato e quello di raccogliere rumors che poi si dimostreranno veri solo per il 10%. E così è facile accostare in questi giorni tantissimi giocatori alla formazione etnea. Il tutto tra interesse vero e semplici sondaggi. Tanti ad esempio i giocatori attualmente al Vicenza accostati al Catania. Marino vorrebbe portare con sé alcuni dei suoi uomini migliori. Ma c’è da superare qualche ostacolo che il club biancorosso potrebbe porre. L’allenatore di Marsala ha compilato una lunga lista della spesa. Ecco, dunque, che al Catania sono stati accostati giocatori quali il difensore Nicolò Brighenti (per il quale il club veneto ha già chiesto 500mila euro) e l’attaccante Antonino Ragusa. Sembrerebbe che entrambi i calciatori gradirebbero spostarsi ai piedi dell’Etna, per contribuire a un progetto vincente. Anche Federico Moretti potrebbe rientrare in città. Gli etnei guardano con interessa anche al regista di proprietà del Palermo, Davide Di Gennaro. Interessa anche l’attaccante del Lanciano Mame Thiam e il difensore Raffaele Pucino. E ancora gli etnei sembrerebbero essere interessati all’esterno del Lanciano, Carlo Mammarella e al laterale mancino sempre di proprietà del Vicenza, Fabio Drapelà.

Chi partirà certamente

Dati per partenti Escalante e Rinaudo, che insieme a Spolli e Gillet dovranno certamente trovare una collocazione diversa per la nuova stagione. Mentre si va verso la riconferma di Ceccarelli, Del Prete e Schiavi.

Le parole di Pulvirenti

Dopo mesi di silenzio assordante, il patron degli etnei, Nino Pulvirenti è tornato a parlare e lo ha fatto concedendo un’intervista in esclusiva alla rete satellitare Sky, che il prossimo anno seguirà tutto il campionato di serie B, avendolo strappato a Mediaset. Un’eccezione quella fatta dal presidente Pulvirenti, ma anche un’operazione simpatia organizzata da Sky, durante la quale i tifosi hanno incontrato il presidente etneo per regalargli degli oggetti che possano portargli fortuna in vista del nuovo campionato. Tra sacro e profano, dunque, non sono mancati corni rossi e immaginette della Santa Patrona Agata, perché – hanno evidenziato i tifosi – è sempre meglio chiedere un miracolo a Sant’Agata, che affidarsi solo alla fortuna.
Poche le parole del numero uno della Società di via Magenta, che ha ribadito la volontà di tornare a vincere presto e di costruire lo stadio nuovo a Catania.
Antonietta Licciardello

Vuoi lasciare un commento?