Visite specialistiche all’Arnas Garibaldi: dal 1° agosto si prenotano in farmacia

ospedale garibaldi-nesimaCATANIA – Presentato stamattina al Garibaldi il nuovo portale delle Farmacie per prenotare le visite specialistiche. In una conferenza stampa gremitissima nella sala Dusmet del presidio di piazza S. Maria di Gesù, il direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito e il presidente di Federfarma, Gioacchino Nicolosi, alla presenza del sindaco di Catania, Enzo Bianco, hanno illustrato i vantaggi e le finalità del nuovo servizio che inizia in via sperimentale su quattro farmacie della città a partire dal prossimo primo agosto, per arrivare a coprire – entro settembre – ben 297 postazioni. L’erogazione di questo nuovo servizio consentirà di passare dall’attuale sistema di prenotazione tramite numero verde a una maggiore flessibilità negli orari di richiesta delle visite, grazie alle strutture farmaceutiche presenti sul territorio della città metropolitana. Un sistema di alta informatizzazione reso possibile dagli strumenti finanziari dei programmi europei di ricerca e innovazione nell’ambito del POR Sicilia 2007/2013.

federarmaPer Enzo Bianco “si tratta di una bella collaborazione tra le farmacie, il Comune e le aziende ospedaliere. L’idea è che i presidi delle farmacie sparsi su tutto il territorio della città, e anche della provincia, diventeranno uno sportello al servizio della comunità in cui si potranno svolgere una parte delle attività sanitarie come quella di ricevere un consiglio o di richiedere la prenotazione di un servizio senza doversi recare nella struttura interessata. Cominceremo con quattro farmacie nella città di Catania, certi che nel giro di qualche mese saranno centinaia le farmacie che aderiranno, rendendo più semplice la vita dei cittadini. Catania è una delle prime città che lo sperimenta, sono felice di questo e se la cosa funziona lo estenderemo alle altre aziende sanitarie e a tutte le attività che possono riguardare la salute dei cittadini. Grazie ai farmacisti di Federfarma che hanno avuto questa bellissima idea e all’azienda Garibaldi che è la prima che sta sperimentando questo servizio”.

Gaetano Cardiel, coordinatore del progetto Urban Wellness per Federfarma Catania, è fermamente convinto che la digitalizzazione rappresenti un’occasione fattiva per semplificare la vita e ottimizzare le risorse: “Il progetto si avvale di standard Sogei, usufruendo quindi dei dati presenti nel sistema centralizzato del ministero e quindi anche della Regione, che consentono di fare incrociare stabilmente la domanda e l’offerta di salute delle aziende ospedaliere territoriali. Un progetto altamente innovativo che ha concepito Federfarma Catania e che utilizza, per capirci, il sistema di prenotazione degli aerei. Sostanzialmente il sistema consentirà ai cittadini che si recheranno in farmacia di fare le prenotazioni individuando la prestazione ambulatoriale o di natura diagnostica che sia più prossima in termini di tempo e più vicina in termini di luogo. Oggi noi cominciamo questo progetto con la struttura sanitaria che ha avuto più prontezza nel decidere di fare questa sperimentazione”.

Le farmacie aprifila del progetto che a partire dal primo agosto erogheranno il servizio di prenotazione sono:
Farmacia Nesima snc Dott. Carlo Alamo di via Nobili 3;
Farmacia Merlo snc Dott.ri Carmelo e Antonio Merlo di Piazza Santa Maria di Gesù;
Farmacia della Dott.ssa Vieni Donata in Piazza Duomo 16;
Farmacia della Dott.ssa Gialdi Alessandra, strada S. G. Galermo 91/A a Misterbianco.

Grande soddisfazione per il direttore generale dell’Arnas, Giorgio Santonocito, per un’iniziativa che ha ricevuto amplio plauso su più fronti. “Si tratta di un passaggio molto importante e di grande civiltà che consente al cittadino di evitare lunghi spostamenti e lunghe attese al telefono, nonché di accedere più facilmente al sistema sanitario. Si tratta anche di un primo ponte gettato verso l’Asp e verso il Cup unico che a breve sarà realizzato consentendo, ulteriormente con l’Asp e le altre aziende del territorio che immagino sposeranno a breve quest’iniziativa, un migliore accesso dei cittadini alle prestazioni sanitarie”.

Vuoi lasciare un commento?