Corso dei Martiri. Cgil, Cisl , Uil e Ugl chiedono tempi brevi per le concessioni e un protocollo di legalità

05 B - sindacati su corso martiriCatania – “Siamo finalmente di fronte ad un progetto di prospettiva che tiene conto del presente e del futuro della città di Catania”. Cgil, Cisl, Uil e UGL esprimono apprezzamento all’amministrazione comunale per il progetto di risanamento della ferita di Corso dei Martiri, e per i contenuti che, in termini di salvaguardia dell’esistente, riduzione di cubature, mantenimento del verde e della scuola già presente nell’area, rispettano quanto già detto in questi anni e in più occasioni, dal sindacato catanese. Con il progetto di Corso dei Martiri è finalmente giunto il tempo di ricucire un antico vulnus territoriale, ma perché ciò accada in termini pieni e definitivi, è necessario che il Comune proceda velocemente, e in direzione di efficienza ed efficacia. E che dunque vengano rilasciate in tempi brevi le concessioni edilizie alle aziende, così come d’altronde l’amministrazione si è già impegnata a fare di fronte al consiglio comunale.

Cgil, Cisl , Uil e Ugl di Catania chiedono inoltre che il progetto Corso dei Martiri rappresenti anche l’occasione giusta per avviare il confronto con le forze sociali e rilanciare opere edilizie minori; il settore è drammaticamente in crisi da troppi anni, e il rimettere in moto azioni, anche di minore entità, potrebbe rappresentare un’occasione di rilancio. Infine, ma non in ordine di importanza, i sindacati catanesi chiedono che “il progetto venga sigillato da un protocollo di legalità da stilare davanti al Prefetto, a difesa di eventuali appetiti di malaffare e criminalità organizzata”.

Vuoi lasciare un commento?