Manlio Messina e Niccolò Notarbartolo concordano: #DiventeràBellissima nasce vecchia

Nello MusumeciCatania – Progetto nuovo, facce vecchie. Può essere sintetizzato così il commento a #DiventeràBellissima, la tre giorni politica organizzata da Nello Musumeci per compattare quel che rimane della destra siciliana e provare a contrastare il crocettismo.
Commento bipartisan: sia Manlio Messina, capogruppo di Area popolare in Consiglio comunale, che Niccolò Notarbartolo, esponente del Pd nel senato cittadino, concordano nel reputare troppo vecchi alcuni volti presenti alla Kermesse. Chi in un modo, chi nell’altro, è questo a fare dubitare i due esponenti politici. Che concordano, però, nel ritenere importante l’aver avviato un dialogo – prima di tutto con gli elettori – e aver riportato il dibattito politico tra la gente.

Manlio Messina

Manlio Messina

“Io mi auguro davvero che quanto messo in moto da Nello Musumeci possa essere un nuovo inizio – spiega Messina. La storia di Musumeci parla chiaro e parla a tutti. Quello che mi ha sollevato qualche dubbio però – prosegue – è che a prendere parte alla convention sia stato anche qualche personaggio che ha distrutto la destra siciliana nel recente passato. Se si deve creare un progetto nuovo – incalza – bisogna puntare su idee e volti nuovi”.
Non ne fa una questione generazionale, Messina, ma di credibilità. “Musumeci e Stancanelli mi stanno bene – prosegue il capogruppo – ma per il resto, occorre davvero dare vita a un nuovo percorso, anche per dare un forte segnale all’esterno. In questi giorni, invece, la sensazione che ho avuto è che si stia promuovendo un vecchio percorso che si tenta di riciclare, spacciandolo per novità”.
Messina ha intenzione di guardare con attenzione, in ogni caso, capire quali idee e quali progetti siano alla base di #Diventeràbellissima.

Niccolò Notarbartolo

Niccolò Notarbartolo

Come il collega di Consiglio ma avversario di schieramento, Niccolò Notarbartolo, esponente del Pd. Anche lui sottolinea che, al di là delle parole, le novità durante la kermesse siano state poche. Ma questo non lo scoraggia dal dare un giudizio tutto sommato positivo. “Non sono stato presente – afferma – ma, in ogni caso, guardo con molto favore chiunque provi a ragionare di politica, creando appuntamenti e ragionamenti, e si propone con nuove idee. Non riesco però – aggiunge – a percepire la sfida al Pd”.
Secondo Notarbartolo le idee saranno pure buone, ma hanno bisogno di qualcuno che le realizzi. “Molti soggetti che hanno preso parte alla convention – aggiunge – provengono da un passato recente della storia politica dell’Isola, hanno svolto ruoli apicali e credo abbiano fallito”. Insomma, anche l’esponente democratico parla di ritorno al passato, nonostante lo sguardo proiettato al futuro. “Definire #Diventeràbellissima un progetto nuovo – conclude – è davvero difficile”.

M.T.

Vuoi lasciare un commento?