TangoLab Catania incontra la disabilità e la porta a ballare: domani presentazione nuovi corsi e poi Milonga della Gioia

Dalla collaborazione con Non Solo tango ASD nasce un progetto dedicato a non vedenti, affetti della sindrome di down, autismo e disabilità neurologiche (alzheimer e parkinson)

TANGO lab cataniaCATANIA – Il tango può essere una cura, un balsamo lenitivo alle angosce e ai dolori di ogni giorno. Da sempre questo è lo spirito di Tango Lab Catania, di Francesco Furnari, e al centro degli eventi ruotano la sua musica e la sua tradizione e, soprattutto, la volontà di coinvolgere quanta più gente possibile, con gioia, nella ricerca continua di socializzazione e scambio. La normale evoluzione di un progetto, di un cammino del genere, poteva essere soltanto quella di aprirsi alla nascita di nuovi corsi, che accolgano ancora più persone, nella comune passione per il tango e nella gioia di stare insieme. Ecco da cosa è nata la collaborazione tra Tango Lab e Non Solo Tango ASD: la voglia di valorizzare le potenzialità dei soggetti diversamente abili offrendo loro il tango come terapia grazie ai “Corsi del Cuore” che partiranno da novembre e saranno dedicati a: ipovedenti e non vedenti, soggetti con sindrome di down e autismo, disabilità neurologiche (alzheimer, parkinson) e disabilità psichiche e relazionali. Un modo per ricordare l’efficacia terapeutica del tango, ideale anche per diminuire lo stress, l’ansia e gli attacchi di panico.

I corsi saranno gestiti da formatori tecnici qualificati, psicologi ed educatori specializzati e si terranno nella struttura sportiva della scuola “Danzamente” di via Palestro a Catania. «Il vero Tango si balla a occhi chiusi. La musica si deve sentire con il cuore, per questo ha la capacità di far vibrare le corde di ogni persona», parola di Francesco Furnari, oggi maestro di Tango Argentino, musicista prima che ballerino e direttore artistico degli eventi Tango Lab Catania. «Il tango è una danza interiore, dove conta soprattutto – continua Furnari – il contatto con il proprio partner. Terapeutica per chiunque la pratichi e da sempre alla portata di tutti». Il tango argentino è un ballo che contribuisce al benessere psicofisico della persona intervenendo su molteplici aspetti, nel caso di persone con disabilità gli effetti positivi e terapeutici sono anche amplificati. Chiunque abbia iniziato ad imparare il tango, fin dai primi passi, avrà notato come questo lo facesse sentire bene. Il tango argentino nella disabilità, se praticato con professionalità e competenza, anche umana e relazionale, non diventa solo tecnica o espressione fisica, ma esprime l’unione e l’espressione di tutto l’essere, in relazione con se stesso e con gli altri.

Djt Salvo D’Urso

Djt Salvo D’Urso

Vi si racchiude un grande potenziale formativo, dove si possono scoprire e integrare nuove parti di sé, attivando un processo di scoperta e di crescita personale che non lo allontanino dalla società. Il tango è un ottimo esercizio per le persone ipovedenti, perché richiede una grande attenzione verso il movimento proprio e del partner. Può essere utile anche per i cardiopatici, nei casi di invalidità causata dal diabete, per chi ha difficoltà deambulatorie o soffre di una forma di disagio psichico, come la sindrome di Down che costringe a casa persone che sono in grado di muoversi ma non sanno dove andare: gli spazi senza barriere sono in numero insufficiente e mancano i luoghi dove incontrarsi. La danza è solo un pretesto per risvegliare in chi ha qualsiasi tipo di difficoltà la voglia di vivere, di andare avanti, a dispetto di tutto.
Le lezioni di ballo possono produrre un inaspettato effetto terapeutico sui disabili. Del resto, di danza come movimento terapia si parla da tempo con notevoli risultati, dare a loro la possibilità di imparare il tango è solo un valore aggiunto. «
Quello che vogliamo davvero è riuscire a valorizzare le potenzialità di ciascuno, favorendo integrazione e socializzazione». Così domenica 25 Ottobre, nella “Speciale Milonga Del Cuore” Tango Lab Catania, in collaborazione con l’associazione Non Solo Tango ASD, presenterà i “Corsi del Cuore”, all’interno del consueto appuntamento con la Milonga della Gioia, al Barbara Disco Lab.

La presentazione, aperta a tutti, inizierà alle 18. A seguire i consueti appuntamenti con la lezione prova gratuita di Tango Argentino, per principianti assoluti ai “Primi Passi”. Alle 20.00, start della gran Milonga, con la musica del Djt Salvo D’Urso.

Per informazioni sui corsi contattare: 347.8800758

http://www.tangolabcatania.it/

https://www.facebook.com/events/1627150190889189/

Vuoi lasciare un commento?