Protesta forestali. Domani alle 15 si replica davanti alla Prefettura, sarà così in tutta l’Isola

Protesta forestali, un momento della protesta di oggi

Protesta forestali, un momento della protesta di oggi

Catania – Stamattina c’è stata la protesta dei forestali e credo che a nessun automobilista e a nessun residente del centro storico catanese, la notizia sia sfuggita. Vuoi perché non si camminava da nessuna parte neanche in tangenziale, vuoi perché i clacson erano più forti della musica assordante di una discoteca all’aperto. La notizia però è che domani si replica. L’appuntamento è alle ore 15 davanti alla Prefettura di Catania e in contemporanea con la seduta all’Ars di Palermo. La protesta non sarà solo a Catania, ma in tutta l’Isola e i forestali chiederanno alle Prefetture di “intervenire presso il presidente dell’Ars e la Regione per l’immediata esecutività del provvedimento” affinché rimetta in campo i lavoratori. Una lotta senza sosta che non si arrenderà fino a quando non verranno reintegrati in servizio.

In testa alla manifestazione a Catania ci saranno i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Giacomo Rota, Rosaria Rotolo e Fortunato Parisi (“testimonieremo sostegno massimo ad una vertenza che non solo punta a tutelare migliaia di operatori qualificati – dichiarano – ma è anche un servizio per la collettività; un impegno quotidiano che di certo non può essere considerato assistenza da nessuno, semmai un necessario investimento per la sicurezza del territorio”), e i segretari delle sigle di categoria che da giorni sono fortemente impegnati nella vertenza e che stamattina hanno affiancato i circa 400 lavoratori nella dura e appassionata protesta con occupazione a Palazzo dell’Esa, e cioè Alfio Mannino, Pietro Di Paola e Nino Marino di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil.

Per i rappresentati sindacali, “i blocchi stradali di oggi, operati a Catania in via S. Maddalena e dintorni, come in altri centri siciliani, sono stati d’intralcio ai cittadini, ma si sono purtroppo resi necessari per attirare l’attenzione della Regione. Se da Palermo non arriveranno segnali concreti, la protesta non conoscerà sosta. I sindacati rimarranno accanto ai lavoratori sino all’ultimo”. A seguito del confronto pomeridiano con l’assessore regionale Lo Bello, i segretari regionali di Flai, Fai e Uila, Tripi, Colonna e Pensabene hanno divulgato una nota nella quale si sottolinea che “in difetto di risultato, ossia ripresa immediata del lavoro, prevediamo per giovedì 29 una grande manifestazione centrale a Palermo”.

Intanto per domattina, a Palermo è stata indetta da FI una conferenza stampa sul problema dei forestali e la gravissima situazione finanziaria della Regione. Inizierà alle 11.45 nella Sala Palumbo di Palazzo dei Normanni.

Monica Adorno

Vuoi lasciare un commento?