Guardia Costiera. L’equipaggio aereo di “Nemo” soccorre un migrante a largo di Lampedusa

2° Nucleo Aereo Guardia CostieraÈ stata portata a termine questo pomeriggio, a circa 100 miglia nautiche (poco meno di duecento chilometri) dall’Isola di Lampedusa, una complessa operazione di soccorso con evacuazione medica d’urgenza, effettuata dall’equipaggio dell’elicottero AW139CP “Nemo 7″ del 2º Nucleo Aereo Guardia Costiera di Catania.
L’intervento è stato eseguito per prestare le urgenti cure mediche necessarie a un migrante precedentemente tratto in salvo dalla Nave “Ubaldo Diciotti” – CP941 della Guardia Costiera. L’attività, richiesta proprio dal Comando di bordo di Nave Diciotti, è stata coordinata dalla Centrale Operativa del Maritime Rescue Coordination Center (M.R.C.C.) della Guardia Costiera di Roma, che ha sede presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed ha interessato un ventisettenne, cittadino della Repubblica della Sierra Leone, affetto da ernia irriducibile e forti dolori.
L’equipaggio del “Nemo” (composto da due Piloti, un Operatore di bordo, un Tecnico di volo ed un Aerosoccorritore Marittimo, oltre ad un Medico del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta), impegnato dagli scorsi giorni in attività di vigilanza nelle acque meridionali della Sicilia, è stato immediatamente dirottato a Sud dell’Isola e, una volta intercettata Nave Diciotti e verificate le condizioni di trasportabilità del migrante, ha proceduto al recupero mediante il verricello in dotazione ed al successivo trasferimento all’Ospedale dell’Isola di Lampedusa.

Vuoi lasciare un commento?