Lab, B2B e convegni dalla biopesca al turismo. Confronto è la parola d’ordine di Expandere 2016

“Time to share” è la filosofia scelta da Compagnia delle Opere della Sicilia per il salone imprenditoriale in programma a Etnafiere il 18 novembre

Expandere 2015“Time to share”. È tempo di condivisione per Compagnia delle Opere Sicilia Orientale che affida al claim Time to share la filosofia dell’edizione 2016 di Expandere, il più importante evento di rete di CdO, in programma il 18 novembre a Etnafiere, all’interno del centro commerciale Etnapolis, a Belpasso (Ct) dalle 9 alle 19.
La nuova edizione punta sul linguaggio multimediale, sul confronto diretto tra imprenditori e liberi professionisti, su una formula molto più snella che prevede anche vari laboratori e workshop su differenti tematiche. Ci saranno oltre 200 imprenditori che si incontreranno per scambiarsi esperienza e ricchezza imprenditoriale, nella formula del B2B in aree business adibite a incontri preorganizzati grazie al web, alla tecnologia e ai social network. Sulla pagina Facebook di CdO infatti aziende, imprenditori e liberi professionisti si stanno presentando attraverso una clip raccontando la propria azienda. “Quest’anno apriamo Expandere con un convegno sulla multicanalità che vedrà confrontarsi due grandi realtà internazionali, Popai e Coca Cola, che daranno un segnale forte alle piccole e medie imprese sulla necessità di digitalizzare i loro processi” spiega il direttore Cristina Scuderi.

Expandere 2015expandere, Il presidente Salvatore Abate aggiunge: “Abbiamo scelto tematiche di grande attualità puntando su settori strategici della nostra economia. Mi preme sottolineare che ogni incontro sarà affrontato in maniera concreta perché vorremmo dare linee guida serie e reali sulle necessità del nostro territorio. In particolare per il settore turistico vorremmo creare un confronto costruttivo con compagnie aeree, istituzioni e enti preposti perché si diano ai cittadini delle risposte sulle scelte di chi investe nell’Isola”.
Quattro i lab tematici e due i convegni. Il settore agroalimentare ha in programma il lab dal titolo: “IGP, DOP, BIO: nuove frontiere di sviluppo” e schiera tra i relatori Filippo Buscemi, Funzionario dell’IPA di Catania che interverrà sui contenuti e sugli strumenti finanziari inseriti sul nuovo PSR Sicilia 2014/2020 riservati alle produzioni di qualità; Tiziano Caruso, presidente del Distretto tecnologico Agrobiopesca, sulle attività del distretto in favore delle imprese che intendono sviluppare produzioni di qualità; Stefano La Malfa, docente presso la facoltà di agraria in Arboricoltura generale e coltivazioni arboree sulle caratteristiche salienti e di unicità delle produzioni di qualità in Sicilia; Giosuè Catania presidente di Apo di Catania sulla DOP Monte Etna nel settore dell’olio di oliva e sull’istituenda IGP Sicilia, sempre nel settore olio, con particolare riferimento ai risultati commerciali e sulle prospettive di sviluppo dei marchi.
Ci saranno anche gli interventi della deputata europea Michela Giuffrida, della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale, e di Giuseppe Castiglione, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Il settore edilizia si concentrerà sul lab dal titolo: “Edilizia: volano o indotto dell’economia? Un dialogo aperto sulla nuova realtà” moderato da Antonio Romeo e Salvatore Rigaglia. Interverranno Elena Stoppioni, responsabile del forum nazionale dell’edilizia CdO; Juri Franzosi, Direttore Generale Ance Varese. Per la sanità, coordinata da Roberto Monteforte, è in programma il lab tematico dal titolo “Per una buona sanità: spending review tra obiettivi e limiti”, che vedrà la presenza di Pasquale Chiarelli, Direttore dell’Ufficio Pianificazione e Controllo di Gestione presso l’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. Infine il lab no profit, moderato da Alfio Pennisi, si occuperà di “Dentro e fuori il carcere: una possibilità oltre la pena. Un dialogo aperto con le istituzioni e la società civile”, al quale interverrà Elisabetta Zito, dirigente della Casa Circondariale Piazza Lanza Catania.
Non ultimo il settore turismo si concentrerà sull’attrattività turistica in Sicilia come opportunità di business focalizzando l’attenzione anche sugli scali aerei in Sicilia, tratte e costi, su come incrementare le presenze turistiche nell’Isola. Allo stesso tavolo siederanno i rappresentanti di importanti compagnie aeree, i vertici di Sac e aeroporto di Comiso, figure istituzionali che si confronteranno con gli imprenditori presenti. L’incontro sarà moderato dal docente universitario Francesco Garraffo.

Vuoi lasciare un commento?