Domani l’inaugurazione di “Dove fiorisce la Jacaranda”. V edizione dedicata alla terra

Ambiente verde e sapienza dell’uomo si sposano nell’evento green organizzato all’interno di Villa Trinità di Mascalucia. Domani mattina alle 10 l’inaugurazione

dove fiorisce la jacaranda 2016Mascalucia – Ambiente, verde e sapienza dell’uomo nell’organizzare la natura. Sono queste le caratteristiche esaltate dalla manifestazione “Dove fiorisce la Jacaranda” arrivata quest’anno alla quinta edizione.
L’evento green, in programma sabato 10 giugno e domenica 11 giugno nella cornice di Villa Trinità a Mascalucia, quest’anno è dedicato alla terra, intesa come generatrice e come luogo di accoglienza, tesoro da proteggere ed esaltare, musa ispiratrice degli artisti nei secoli.
La settimana scorsa la presentazione nell’auditorium del comune di Mascalucia, ma è il taglio del nastro, previsto alle 10 di sabato 10 giugno, che darà il via a tutte le attività preparate da Salvatore e Marina Bonajuto che in qualità di organizzatori saranno i padroni di casa di questo evento: “Dove fiorisce la Jacaranda è una manifestazione che, per noi, rappresenta motivo di orgoglio – ha affermato il vice sindaco di Mascalucia, Fabio Cantarella -. Si inserisce nella nostra rassegna estiva e noi la sosteniamo da anni ma, quest’anno, abbiamo deciso di premiarla dando il patrocinio oneroso, anche per la grande visibilità che dà al nostro paese e al nostro territorio”.

Da sinistra Salvatore Bonajuto, Giovanni Leonardi e Fabio Cantarella

Da sinistra Salvatore Bonajuto, Giovanni Leonardi e Fabio Cantarella

Dove fiorisce la Jacaranda è anche un ottimo strumento di marketing, dal momento che, oltre a esaltare la nostra terra riesce ad attirare artisti nazionali e internazionali di fama. “Si tratta di un evento di qualità, che promuove il territorio – ha spiegato il sindaco Giovanni Leonardi – che abbraccia la Sicilia e va anche oltre. Per questo per la nostra amministrazione è un piacere essere al fianco di Salvatore Bonajuto in questo meraviglioso progetto.
Che raccoglie sempre più consensi e adesioni, come quella di Gabriella Vitale, imprenditrice nel settore edile, che fornirà i materiali agli scultori. “È un piacere poter collaborare a questa iniziativa – ha detto – alla quale partecipo non solo per l’amicizia con la famiglia Bonajuto, ma perché voglio essere parte di questo progetto”.
Dopo l’acqua, che ha caratterizzato l’edizione 2016, sarà la terra il fulcro intorno al quale si svilupperà la creatività degli artisti presenti e dei vivaisti che esporranno, in particolare, le eccellenze nella produzione di bulbi da fiore, tuberi, espressione di bellezza celata, che si sviluppa sottoterra. “L’idea è quella di realizzare un vero e proprio parco-museo, all’interno di uno dei grandi Giardini italiani – spiega Salvatore Bonajuto, ideatore della manifestazione e padrone di casa, insieme alla moglie Marina, della splendida tenuta familiare che da quattro anni ospita la mostra – ispirandoci a Respirart, il parco d’arte ad alta quota della Val di Fiemme che quest’anno sarà nostro partner”.

04 C - Dove fiorisce la jacaranda 2017   (2)Respirart, si snoda fra le quote 2.000 e 2.200 fra le Dolomiti del Trentino. Nato da un progetto della giornalista e curatrice d’arte Beatrice Calamari e dell’artista Marco Nones (premio d’arte Expo 2015 Fondazione Triulza e Arte in Cascina), accompagna alla scoperta di installazioni artistiche lungo un percorso ad anello di tre chilometri. Le opere, create da artisti di fama internazionale, dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar, dichiarate dall’Unesco Patrimonio Naturale dell’Umanità.
E dal parco della Val di Fiemme, dove si trovano alcune delle loro creazioni, che arrivano i due scultori che realizzeranno le opere per Dove fiorisce la Jacaranda: Marco Nones e Giampaolo Osele. Il primo realizzerà Gusci, i cui materiali saranno realizzati in cemento mescolati con terra e cenere dell’Etna. Una volta “in natura”, assumeranno la patina del tempo e raccoglieranno “memorie” (foglie, muschi, funghi, ecc.). Il secondo realizzerà Sphera, un’opera composta con lamine di rame ossidato.
A precedere di una settimana l’evento, inoltre, il corso di acquerello di Alessandra Bruno, terza artista presente all’edizione 2017 di Dove fiorisce la Jacaranda. Pittrice torinese, diplomata in Belle Arti Pittura al Maidstone College of Art’s (UK)e St.Martins’School of Art’s London (UK) e docente di teoria e psicologia del colore, disegno e pittura condurrà Respirart per la Jacaranda in Fiore 2017. “Il corso è propedeutico allo stimolo alla scoperta della propria sorgente di creatività artistica – spiega l’artista – a partire dall’osservazione degli straordinari suggerimenti visivi offerti dal Giardino della villa Trinità a Mascalucia”.
L’edizione 2017 vedrà infine la partecipazione del FAI, AIAPP, i paesaggisti siciliani, Legambiente ed altre associazioni ambientaliste, nonché di giornalisti italiani e internazionali e di Alessandra Bruno. Presenze che attestano l’importanza della manifestazione che, dopo cinque edizioni, si conferma occasione d’oro per esaltare il territorio etneo e le produzioni botaniche, ma anche per parlare di cultura e di arte.

Vuoi lasciare un commento?