Made in Sicily, quando la creatività muove l’economia. Oggi ai Benedettini esperienze e saperi a confronto

programma made in siciliaQuante e quali opportunità in termini di business e occupazione può offrire l’industria creativa? Il settore negli anni di crisi ha dimostrato una resilienza particolare e un’importante capacità di stimolare la crescita rispetto agli altri comparti. Di questo si parlerà oggi pomeriggio alle 17.30, al Chiostro di Ponente al Monastero dei Benedettini di Catania, in piazza Dante. “Un’operazione culturale” che intende mettere insieme esperienze e saperi locali, professionisti della creatività Made in Sicily per dare avvio a un nuovo motore per lo sviluppo economico.
L’idea, dell’azienda siciliana Isola Bella Gioielli e di Officine Culturali, è stata accolta dall’Università degli Studi di Catania e dal Dipartimento di Scienze Umanistiche e vedrà la partecipazione di istituzioni attive nel settore come l’Accademia Abadir, e di numerosi imprenditori e maestri artigiani, come Andrea Branciforti di Improntabarre, i fratelli Napoli e la loro marionettistica, la stilista Loredana Roccasalva, Enzo Di Stefano dell’omonima Dolciaria, Seby Di Mauro di Pietracolata e Sarah Bersani di Industria01. L’evento è patrocinato dalla Regione Siciliana. La chiusura dei lavori è affidata al presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone.

Vuoi lasciare un commento?