Biondi, Paci e Caccamo. Tre big siciliani al Festival di Sanremo

La LXVIII edizione canora più famosa d’Italia sarà condotta da Claudio Baglioni che sarà affiancato da Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker

LogoSanremo2018Sanremo è sempre Sanremo: la gara canora affascina appassionati di musica e non, da ormai 68 anni. Sarà questa un’edizione particolare per tutti i siciliani che amano la kermesse ligure, perché ad essere protagonisti saranno ben tre isolani e uno di loro è addirittura stato indicato come il favorito in assoluto. Parliamo del catanese Mario Biondi, dell’augustano Roy Paci e del modicano Giovanni Caccamo. Venti canzoni inedite per l’edizione 2018 del festival, che si svolgerà a Sanremo dal 6 al 10 febbraio 2018 e vede Claudio Baglioni, nei panni di direttore artistico e conduttore che ha scelto di essere affiancato da Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker. Tra le importanti novità di quest’anno da segnalare il fatto che non vi sarà nessuna esclusione tra i 20 partecipanti, che arriveranno tutti in finale e vi sarà anche uno spazio maggiore dedicato ai duetti con ospite; nella serata di venerdì i 20 big, infatti, riproporranno il loro brano con cantanti altrettanto popolari da loro stessi scelti.

Mario Biondi (ph Michela Drago wikipedia)

Mario Biondi (ph Michela Drago wikipedia)

Mario Biondi
Il crooner etneo Mario Biondi partecipa per la prima volta al festival di Sanremo e arriva in gara da favorito. Tanto è vero che le agenzie di scommesse quotano la sua vittoria a 5,00, esattamente tanto quanto quella dell’inedita coppia formata da Ermal Meta e Fabrizio Moro. Il cantante, compositore e arrangiatore siciliano Mario Ranno – questo il suo vero nome – è nato a Catania il 28 gennaio del 1978, da mamma Concetta Porto e papà Giuseppe (anch’egli cantante noto al pubblico con lo pseudonimo di Stefano Biondi) ed è padre di otto figli. Porta a Sanremo una canzone raffinata, intitolata “Rivederti”: un vera e propria ballata dai ritmi classici, che si avvicina al jazz più che al suo classico timbro di fabbrica il soul. La sua voca “nera”, così profonda e inconfondibile lo ha reso protagonista di numerose esperienze internazionali, rendendolo per molti anni più famoso all’Estero che in Italia. In passato Biondi aveva già calcato il festival da ospite, ma mai in gara. Nel 2007 duettò con Amalia Gré nel brano “amami per sempre”, mentre nel 2009 fu ospite della cantante Karima Ammar, ex di amici in gara quell’anno nella sezione Giovani, per cantare insieme a lei la canzone “Come in ogni ora”. Per la serata dei duetti Biondi sarà accompagnato dalla cantante Ana Carolina e da Daniel Jobim, nipote di Tom, cantante mitico della bossa nova brasiliana. Non a caso il progetto discografico di Mario Biondi si intitola “Brasil” in uscita venerdì 9 marzo. La canzone Rivederti è stata scritta dallo stesso Biondi, la musica è di Giuseppe Furnari e Dario Fisicaro. Il brano è prodotto da Sony Music Entertainment Italia. A dirigerlo sul palco ci sarà il maestro Peppe Vessicchio, il direttore d’orchestra aveva deciso inizialmente di non partecipare anche a questa edizione del festival, ma per il cantante siciliano ha deciso di fare un’eccezione.

Roy Paci (ph GiannilabbateCinzia Aze - wikipedia)

Roy Paci (ph GiannilabbateCinzia Aze – wikipedia)

Roy Paci
Rosario Paci, detto Roy, nasce ad Augusta il 16 settembre del 1969, città dove inizia da piccolissimo a suonare il pianoforte, per unirsi poi all’età di dieci anni alla banda del suo paese, suonando la tromba. È questo lo strumento che lo porta da giovanissimo a suonare in giro per la Sicilia prima, e poi nei locali jazz più famosi d’Italia. Negli anni ’90 inizia un viaggio, che lo porterà a toccare Sud America, Spagna e Senegal, per studiare le loro culture musicali e farsi influenzare da questi diversi stili. Tornato in Italia, inizia il suo percorso artistico, inizialmente con il progetto ‘Aretuska’, che lo porterà in giro per il mondo anche con importanti collaborazioni internazionali. Il suo è un mix di soul, funk, ska e rock che lo rende un artista quasi unico nel suo genere. Vent’anni di attività, in cui ha sempre rispettato le sue origini mediterranee, non dimenticando mai di schizzare l’occhio alla tradizione. Arriva a Sanremo in coppia con Diodato con la canzone ‘Adesso’: una ballata che invita ad abbandonare la tecnologia per godere delle bellezze che abbiamo intorno, delle quali spesso non ci accorgiamo perché troppo legati agli smartphone. ‘Vivere il presente’, staccando il naso dai cellulari: questo il senso di “Adesso”, che porterà sul palco dell’Ariston anche l’amicizia tra due grandi musicisti, Roy Paci e appunto il cantautore tarantino Diodato (già tra le nuove proposte qualche anno fa). Nella serata dei duetti saranno affiancati dal rapper Ghemon, che aggiungerà alla canzone una strofa inedita scritta da lui.

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo
Raffinato cantautore scoperto da Franco Battiato; Giovanni Caccamo ha già vinto il festival nella categoria nuove proposte nel 2015, con la canzone “Ritornerò”, partecipando anche nel 2016 in coppa con un’altra siciliana Deborah Iurato e piazzandosi terzo tra i big. Nato da Salvatore Caccamo e Concetta Palazzolo, a Modica l’8 dicembre del 1990, inizia a cantare fin da bambino ed è quando resta orfano di padre all’età di dieci anni che decide di dedicare tutta la sua vita alla musica. Nell’estate del 2012, incontra fortuitamente Franco Battiato. Un incontro che gli cambierà la vita perché da qual momento Battiato lo sceglierà per aprire i suoi concerti e lo aiuterà nel suo percorso artistico. A Sanremo porta ‘Eterno’, canzone che parla di un amore che riesce ad andare oltre i confini del tempo e che ha fatto sentire per la prima volta proprio a Franco Battiato. Il cantautore siciliano ha debuttato anche come speaker radiofonico, ha condotto l’ultimo Zecchino d’Oro e da quest’anno fa parte anche del cast di “Amici di Maria De Filippi”, dove partecipa come tutor. Cantante raffinato, Caccamo, nonostante un’importante casa discografica alle spalle e illustri amicizie, non è ancora riuscito a lasciare il segno nel panorama musicale italiano. Venerdì sera duetterà con Arisa.
Antonietta Licciardello

Vuoi lasciare un commento?