Il legno sarà l’elemento principe della VII edizione “Dove fiorisce la Jacaranda”

La manifestazione che unisce green e arte si terrà sabato 15 e domenica 16 giugno nello splendido palcoscenico di Villa Trinità che è anche la tenuta del barone Bonajuto

Una delle opere di Ligama

Una delle opere di Ligama

Mascalucia – Il prossimo 15 e 16 giugno, dalle 10 alle 20, il giardino di Villa Trinità diventerà ancora una volta un grande museo a cielo aperto, palcoscenico straordinario nel quale si “sfideranno” artisti e scultori di diversa provenienza per salutare la VII edizione Dove fiorisce la Jacaranda ideata da Salvatore Bonajuto.
Si comincia sabato 15 giugno alle ore 10 per l’inaugurazione di rito con Salvatore e Marina Bonajuto e agli artisti che animeranno l’evento, tra cui Salvo Ligama e Mariano Vasselai, il sindaco di Mascalucia, Vincenzo Magra, Maria Licata, Capodelegazione del FAI di Catania e Nunzio Condorelli Caff, rappresentante di SiciliAntica, Associazione culturale di volontariato, dal carattere regionale, che da oltre vent’anni anni opera nel territorio siciliano con numerose sedi dislocate in tutta l’Isola.
Focus dell’edizione 2019 è il legno, inteso come materiale unico, elegante, ecosostenibile ma anche materia grezza da forgiare, soggetto e oggetto di arte. Materiale vivo che prende forme differenti a seconda delle visioni di chi lo lavora.

LocandinaLa settima edizione di Dove fiorisce la Jacaranda sarà dedicata dunque a uno dei doni più preziosi che la natura ha messo a disposizione dell’uomo e della sua sapienza: il legno, versatile e dagli infiniti usi, trova la sua sublimazione sia come elemento d’arte che di arredo, rispettando l’ambiente e la sostenibilità.
Saranno le mani sapienti di artisti di fama internazionale a trasformarlo, dando vita a opere d’arte e istallazioni di “arte ambientale”, con Marco Nones, Federico Seppi e Salvo Ligama realizzeranno una scultura che resterà esposta all’interno del giardino di Villa Trinità.
La tradizione e l’arte sacra caratterizzerà invece le opere realizzate da Elio Vanzo, Livio e Giorgio Conta (padre e figlio), Nino Trolo, e dal maestro Mariano Vasselai, artista ottantenne molto amico dello scultore vittoriese, Giovanni Conservo, allievo di Marini.
Lignum intra saxa. Alcune delle sculture che vedranno la luce durate la settima edizione di Dove fiorisce la Jacaranda, troveranno dimora presso la Cappella Bonajuto, importante sito storico, bene della famiglia Bonajuto da secoli, fulcro di interessanti iniziative culturali. Una mostra “in fieri” da Mascalucia al cuore di Catania che si terrà dal 20 giugno al 19 luglio.

Vuoi lasciare un commento?