Spettacolo | Tutti vogliono andare all’Inferno

Un successo lo spettacolo di Giovanni Anfuso in scena sul greto del fiume Alcantara. Prorogato fino a domenica 4 agosto, dal 9 andrà in scena l’Odisea di Omero

06 A - FOTO 1 - inferno2019-24Motta Camastra – Trenta minuti di autostrada e altri 15 per raggiungere le Gole dell’Alcantara. Con il caldo estivo percorrere in moto i 55 km che la separano da Catania è un piacere come lo è assistere allo spettacolo dell’Inferno messo in scena, per il terzo anno, nel greto del fiume che offre scenari favolosi e perfettamente corrispondenti al libro di Dante. Quaranta minuti di spettacolo per immergersi nell’atmosfera del 1200 e constatare, d’accordo con il regista, Giovanni Anfuso, che Dante per forza di qui ebbe a passare prima di scrivere il suo Inferno.
E il pubblico apprezza, eccome se apprezza. Lo si capisce dall’attenzione, dagli applausi a ogni scena e dall’aria estasiata che ha mentre guarda i giochi di fuoco o l’incedere lento e sensuale di Francesca da Rimini mentre recita – benissimo in verità – i versi del Poeta camminando nell’acqua gelida coperta solo da un lungo e bagnato tessuto di seta bianca.

Mangiù in Francesca da Rimini

Mangiù in Francesca da Rimini

È uno spettacolo che emoziona e si fa seguire con facilità nei suoi 40 minuti. E così non solo quest’anno si spera di bissare il successo del 2018 in cui si è raggiunto il numero di quindicimila spettatori, ma le richieste hanno “costretto” la produzione ad aggiungere altre 18 repliche. Le messe in scena verranno prolungate fino al 4 agosto, sempre con tre spettacoli a sera (alle 20.30 alle 22 e alle 23) da venerdì a domenica. Il costo del biglietto è di € 17,50.

06 A - FOTO 3 - Inferno Gole debutto 19 iLo spettacolo è prodotto da Buongiorno Sicilia con Vision Sicily e il sostegno della Regione Siciliana, dei Comuni di Motta Camastra e Castiglione di Sicilia, del Parco Fluviale dell’Alcantara, del Parco Botanico e Geologico delle Gole dei fratelli Vaccaro, dell’Associazione albergatori di Taormina. Gli attori sono: Liliana Randi (Narratrice), Davide Sbrogiò (Conte Ugolino), Angelo D’Agosta (Dante), Ivan Giambirtone (Virgilio), Giovanna Mangiù (Francesca da Rimini e Messo dal Cielo), Saro Minardi (Ulisse) e Luciano Fioretto (Turista e Caronte). A loro si aggiungono gli artisti del fuoco, nuovi danzatori e soprattutto nuovi effetti pirotecnici appositamente studiati per questo sito da Alfredo Vaccalluzzo.
Ma c’è un’altra novità. Anfuso e i suoi attori sono già a lavoro per proporre un nuovo spettacolo, l’Odissea di Omero, che debutterà il 9 agosto sempre nella stessa location e proseguirà fino al 25 agosto con gli stesso orari.
Monica Adorno

Vuoi lasciare un commento?