Coronavirus | In aumento contagi e ricoveri in terapia intensiva in Sicilia. Attivi anche domani i drive-in per i tamponi rapidi

07.11.20 - Dati SiciliaSono 14 i pazienti ricoverati oggi per Coronavirus a fronte dei complessivi 1363 soggetti positivi rilevati così come riportato dal bollettino quotidiano del Ministero della Salute. Il dato dei ricoveri comprende anche le terapie intensive che, nello specifico, oggi vede un incremento di dieci pazienti rispetto a ieri. I guariti di oggi sono 104.
Trentacinque (35) i decessi. I tamponi processati sono stati 8431.

Il report nelle province
07.11.20 - Mappa Sicilia

15 Agrigento,
53 Caltanissetta,
406 Catania,
01 Enna,
73 Messina,
459 Palermo,
137 Ragusa,
116 Siracusa,
103 Trapani

A Pedara (CT) la curva di contagio registra una lieve flessione dei positivi: da 48 scendono a 42, anche se purtroppo sale di un numero quelli ospedalizzati, da 3 a 4.
Tranne i quattro ospedalizzati gli altri sono tutti asintomatici.
Il numero di quanti si trovano in quarantena fiduciaria verrà reso noto non appena verranno espletati tutti i tamponi, in modo da fornire un dato oggettivo.
Domani, che è domenica, si svolgerà il mercato e sarà vigilato per verificare che tutto si svolga nei termini di legge.

Oltre 20 drive-in per i tamponi rapidi dedicati al mondo della scuola

07.11.20 - mappa tamponi rapidi x popolazione scolasticaDa oggi la Regione Siciliana ha attivato oltre 20 centri per la rilevazione dei tamponi rapidi in città con più di 30mila abitanti. In linea con quanto organizzato a Palermo (dove la campagna va avanti) – grazie alla preziosa collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e con i presidi dei maggiori istituti scolastici – nel week end personale docente e non docente, studenti e le loro famiglie potranno avere accesso ai drive-in allestiti nei siti individuati dalle amministrazioni locali con le Asp. L’adesione alla campagna è su base volontaria.
I drive in sono stati attivati nelle seguenti città:
Caltanissetta
Gela
Ragusa
Comiso
Modica
Vittoria
Palermo
Monreale
Enna
Catania
Adrano
Paternò
Caltagirone
Acireale
Messina
Barcellona
Trapani
Alcamo
Mazara del Vallo
Marsala
Castelvetrano
Avola
Agrigento

In provincia di Catania i tamponi rapidi presso i drive in possono essere fatti nelle giornate di sabato 7, domenica 8 e lunedì 9 novembre, dalle ore 8.00 alle ore 14.00, e dalle ore 15.00 alle ore 20.00. I tamponi processati nella prima giornata di oggi (fino alle ore 17) sono stati 2.215.
Queste le postazioni (si ricorda che sono dedicati al mondo della scuola: studenti, familiari, docenti e non docenti)
Catania
– scambiatore di Nesima (Via Michele Amari)
– parcheggio AMT – Fontanarossa (Via Forcile)
– scambiatore Due Obelischi (via F. Lojacono)
Acireale
– parcheggio Capomulini
Adrano
– Stadio
Caltagirone
– area Protezione civile (viale Cristoforo Colombo)
Paternò
– sabato-domenica: area mercato
– lunedì: area adiacente alla piscina.

Cinque le “zone rosse” in Sicilia

zone rosse in SiciliaLo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che ha istituito una zona off-limits a Cesarò (dove sono stati riscontrati 85 positivi) e San Teodoro (63 contagiati), in provincia di Messina. L’ordinanza, adottata d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza , sentiti i sindaci dei due Comuni, resterà in vigore dalle 14 di domani (8 novembre) fino a domenica 15. Il nuovo provvedimento prevede un’unica “zona rossa”, tenuto conto della contiguità dei medesimi territori e della presenza di attività lavorative essenziali interconnesse.
L’ordinanza prevede, inoltre, l’istituzione e l’insediamento, con presidio fisso a Cesarò H24, di una Usca di Pronto intervento per entrambe le comunità.
Attualmente risultano attive in Sicilia le “zone rosse” di Sambuca di Sicilia e Torretta (che scadranno oggi a mezzanotte), Vittoria e Centuripe (fino al 10 novembre).

In Italia il numero dei nuovi contagi è di 39.811 e sono 425 i decessi. Tra loro anche Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh e protagonista della storia della musica italiana.

Vuoi lasciare un commento?