SCUOLA | La Consulta degli Studenti chiede lo screening anti covid per gli studenti. Tavolo tecnico in via Novaluce

Il presidente della CPS, Piermaria Capuana, ha chiesto ulteriori sopralluoghi per procedere al più presto alla messa in sicurezza di alcuni istituti della provincia

La sede della Città Metropolitana di Catania a Canalicchio

La sede della Città Metropolitana di Catania a Canalicchio

Catania – Nonostante le dinamiche controverse che si sono alternate in un complesso anno scolastico i rappresentanti della CPS (Consulta provinciale degli studenti) continuano a lavorare per rendere le scuole più sicure.
Dopo aver proposto infatti lo screening all’interno degli stessi Istituti, si è passati anche alla fase operativa che ha visto i delegati della CPS Catania tra i protagonisti delle conferenze di servizio della Città Metropolitana di Catania.
Ed è proprio – in seguito al Tavolo tecnico sull’Edilizia tenuto , nella sede della Città Metropolitana di Catania, con la presenza del Sindaco della Città Metropolitana di Catania Salvo Pogliese, il Dirigente del Settore Edilizia scolastica Salvatore Roberti, il Capo di Gabinetto Giuseppe Galizia, Piermaria Capuana Presidente della Consulta Provinciale Studenti Catania, e del presidente Gabriele Cavallaro e vice presidente Stefano Scuderi della Commissione Edilizia della #cpscatania, che si è giunti ad alcuni risultati, a favore delle scuole della provincia etnea. Ecco quali:
• Polivalente San Giovanni La Punta: In seguito al sopralluogo si è deciso di stanziare i Fondi necessari (4 Milioni di €) per la ristrutturazione straordinaria e di indire, ed entro 1 mese, la gara d’appalto per manutenzione straordinaria e ordinaria. Inoltre grazie alla collaborazione con i Dirigenti scolastici inizieranno le procedure per portare la cablatura per la fibra ottica nei plessi.

• Istituto De Felice-Olivetti: Distribuiti alcuni locali aggiuntivi. La palestra è mancante sin dalla costruzione, ma la CPS di Catania ha ha già sottoposto all’attenzione del tavolo tecnico delle soluzioni per far fronte al problema.

• Liceo Spedalieri: È in corso una progettazione delle varie problematiche preesistenti, stessa situazione sopraindicata per il Liceo Boggiolera. Per queste ultime due scuole si organizzeranno ulteriori e più dettagliati sopralluoghi per verificare la condizione attuale dei locali.

• Liceo Verga di Adrano: Per alcune parti fatiscenti della struttura sono stati stanziati dei fondi.

• Liceo Principe Umberto e Liceo Archimede di Acireale: In queste due scuole sono stati effettuati vari lavori di Edilizia leggera. Ancora carenti i locali, si cercano sedi per le succursali, punto sul quale ci si concentrerà al fine di trovare una soluzione concreta.

Prossimi sopralluoghi verranno effettuati presso il Liceo Principe Umberto e l’Olivetti di Adrano.
In fase di progettazione interventi per il Liceo Spedalieri, Boggiolera ed Istituto Eredia. Intanto sono stati stanziati i fondi per le misure antincendio in cinque scuole.

Vuoi lasciare un commento?