Ottobre è il mese in rosa degli screening oncologici e l’ASP ha già iniziato la campagna in 11 ambulatori di Catania e provincia

slide1Catania – Ottobre è il mese della prevenzione in rosa. Da anni, infatti, questo mese rappresenta una ripartenza per pensare e tutelare la propria salute. È così anche per l’ASP di Catania che anche quest’anno ha iniziato, da giorno 1, la campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno promossa dall’Assessorato regionale della Salute.
Sull’intero territorio regionale attraverso l’attività capillare delle Aziende Sanitarie Provinciali e le Brest Unit verrà offerta, alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni, l’opportunità di effettuare gratuitamente uno screening oncologico della mammella nei vari centri presenti sul territorio.

ottobre-rosa-ambulatori«In provincia di Catania sono 11 gli ambulatori presso i quali potrà essere effettuato l’esame – afferma il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza -. Grazie alla collaborazione con le Brest Unit di Catania accompagniamo, inoltre, passo dopo passo le donne in questa attività di prevenzione oncologica». Prendetevi cura di voi stesse e prenotate la mammografia di screening. È una opportunità che non deve essere sprecata. Per l’Asp di Catania, chiamando al numero verde 800.894.007, sarà possibile prenotare una mammografia di screening presso uno degli 11 gli ambulatori provinciali, alcuni dei quali rimarranno aperti anche il sabato e la domenica secondo il calendario che è possibile consultare sul sito screening.aspct.it.
• Ospedale di Biancavilla
• Ospedale di Caltagirone
• Ospedale di Militello
• Ospedale di Paternò
• PTA San Giorgio (Catania)
• PTA San Luigi (Catania)
• PTA di Acireale
• PTA di Pedara
• Ambulatorio di Bronte
• Ambulatorio di Giarre
• Ambulatorio di Vizzini.
campagna-prevenzione-porta-porta-asp«Dopo la campagna di prevenzione oncologica “door to door”, che ci ha visti raggiungere i 58 Comuni della provincia di Catania effettuando oltre 6000 esami di screening oncologico – aggiunge il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda – ritorniamo a incontrare la popolazione con una iniziativa, che vede coinvolte tutte le Aziende Sanitarie siciliane, per lanciare un messaggio di fiducia a tutte le donne, ma anche a tutti gli uomini, affinché maturino una coscienza più attiva sulla prevenzione».

L’iniziativa è, inoltre, supportata dal Comitato Consultivo aziendale e dalla Rete Civica della Salute che hanno già attivato azioni orientate a promuovere la prevenzione oncologica nei diversi distretti della provincia, e dal Lions Club Distretto 108YB Sicilia, grazie a un protocollo di intesa con l’Assessorato regionale della Salute.
Partner della campagna, ancora una volta, sono i medici di medicina generale. Il rapporto di fiducia che li lega agli assistiti rappresenta il modo migliore e più diretto per far conoscere l’importanza delle attività e le modalità di accesso ai servizi.
Il carcinoma alla mammella è la neoplasia femminile più frequente e, ad oggi, si stima che circa una donna su 9 si ammalerà di questo tumore nell’arco della vita.
Sebbene tutte le cause del tumore al seno, come per molti altri tipi di tumore, non siano state ancora identificate, la ricerca ha stabilito che alcuni fattori aumentano il rischio di ammalarsi. Alcuni di essi non sono modificabili, come l’aumentare dell’età e la predisposizione genetica, ma su altri è possibile intervenire.
In ogni fascia di età ci sono comportamenti da seguire per una prevenzione efficace del tumore al seno e, grazie alla diagnosi precoce, la maggior parte dei tumori può essere diagnosticata in fase iniziale rendendo le terapie molto più efficaci e risolutive.
MAP

FacebookTwitterGoogle+

Vuoi lasciare un commento?