La scrittura medico sanitaria declinata al femminile. Nasce Osmosia, la comunicazione scientifica made in Catania

L’azienda nata dall’intuizione di tre donne, tre microbiologhe nate ai piedi dell’Etna, intende rivoluzionare il mondo dell’informazione sanitaria

OsmosiaA Catania nasce Osmosia – medical writing & consultancy, l’azienda scaturita dall’idea di tre microbiologhe catanesi, Valeria Metoldo, Simona Purrello e Tasha Bertuccio che, dopo un’esperienza all’estero, hanno deciso di mettersi in gioco e scommettersi nella propria città. A breve, inaugureranno la sede dell’azienda nata nel 2021 dal frutto di 8 anni di collaborazione tra le fondatrici come professioniste del settore.
Osmosia, unica nel settore della scrittura scientifica, punta a trasformare il mondo della comunicazione e della formazione in ambito medico e sanitario.
“Un mondo che, fino a oggi, si è basato sul lavoro dei freelance – spiegano le fondatrici – e che noi abbiamo strutturato dando vita ad un’azienda in grado di curare la redazione dei contenuti in modo organico e armonico. Con la nostra società possiamo seguire ogni progetto sin dalla sua ideazione e in ogni suo aspetto, affidandolo ai nostri collaboratori o seguendolo in prima persona”.
Ogni contenuto viene controllato e editato da Osmosia che, in questo modo, rappresenta una sorta di marchio di fabbrica: un sigillo di competenza e qualità all’informazione medico sanitaria, una delle richieste più pressanti da parte di un settore che, soprattutto negli ultimi anni, ha richiesto maggiori competenze e attendibilità.

A dicembre Osmosia aprirà a Catania. “Questa città è il punto di partenza di tutto – continuano le tre professioniste. E aprire qua la nostra sede rappresenta un vanto e una sfida: abbiamo infatti deciso, dopo un periodo all’estero, di rientrare in Sicilia per radicare questa nuova professione nella nostra terra. E puntare alla formazione dei più giovani che potrebbero trovare nuovi sbocchi lavorativi. Ci riferiamo in particolare ai laureati in discipline scientifiche che potrebbero così indirizzare i propri studi verso un settore nuovo che presenta grandi margini di crescita e di soddisfazione”.
Da qui, l’avvio di importanti collaborazioni: oltre quella con la Società Italiana di Microbiologia, da poco è stata avviata quella con l’Università degli Studi di Catania con la quale Osmosia ha attivato una convenzione. “Abbiamo già alcuni tesisti – proseguono – e ci piacerebbe attivare una materia o un master in medical writing”. La scrittura scientifica richiede infatti serietà e competenza, conoscenza e precisione, oltre che una buona dose di passione. Un lavoro che agevola anche la comunicazione dei medici non solo verso i pazienti, ma anche verso tutta la comunità scientifica: “Stiamo organizzando sessioni di formazione anche per i medici – dicono – per aiutarli a comunicare un progetto, pubblicare i dati di una ricerca scientifica, a divulgare conoscenze in modo corretto e intellegibile. E che non resti appannaggio degli addetti ai lavori ma travalichi il settore. Saper scrivere e comunicare in maniera precisa e al contempo comprensibile è fondamentale per chi si occupa di medicina o di scienza -concludono. Non siamo giornaliste, non riportiamo notizie, ma scriviamo contenuti di valore che servano ad aumentare la consapevolezza del paziente o del medico relativamente ad una patologia, ad un percorso diagnostico- terapeutico e a nuove frontiere della medicina”.

FacebookTwitterGoogle+

Vuoi lasciare un commento?