Cinque milioni per le aree di protezione civile in otto comuni. Lavori consegnati ad Aci Bonaccorsi e Mascalucia

Aree protezione civileCon la consegna dei lavori fatta nei comuni di Aci Bonaccorsi e Mascalucia prosegue il piano di potenziamento del sistema regionale di protezione civile in provincia di Catania. Sono otto i comuni che verranno presto dotati di aree attrezzate di protezione civile grazie ai fondi della programmazione europea P.O. FESR 2007- 2013.

I progetti, redatti dai tecnici del dipartimento regionale di protezione civile servizio per la provincia di Catania, prevedono anche la realizzazione delle reti di sottoservizi per garantire, nell’uso ipotesi dell’emergenza, le risorse idriche, elettriche e la possibilità di smaltimento delle acque reflue necessarie alla gestione di un campo di ricovero per la popolazione.

Al fine di garantire, al verificarsi dell’evento emergenziale, la gestione di tali spazi è prevista anche la fornitura di attrezzature di protezione civile per l’immediata funzionalità dell’area.

Aree protezione civileOltre i comuni di Catania, Randazzo, S. Venerina e Nicolosi, dove sono già iniziati i lavori, entro il mese di maggio avverrà la consegnata anche nei restanti comuni di Ragalna e Trecastagni. Le aree avranno la doppia funzione, essere spazi confortevoli e fruibili dai cittadini in tempo di “pace” e allo stesso tempo utili per gestione delle emergenze. Tali aree, infatti, sono strategicamente considerate all’interno dei piani comunali di protezione civile. Con uno stanziamento complessivo di oltre 5 milioni di euro, si prevede che tutti i lavori vengano completati entro la fine di ottobre 2015.

Vuoi lasciare un commento?